La donna mangiava alla Caritas

Giusy Pepi ascoltata dagli inquirenti di Ragusa

Si era allontanata da un grave disagio familiare

Giusy Pepi, la donna vittoriese madre di cinque figli allontanatasi da casa il 15 ottobre scorso è stata ascoltata oggi pomeriggio dagli inquirenti. La donna rintracciata dai poliziotti della Questura di Palermo in meno di 48 ore rispetto alle segnalazioni fatte da alcuni telespettatori alla redazione di "Chi l'ha visto?" è stata identificata in Piazza XIII Vittime.

La donna era nei pressi della Caritas dove ogni giorno si recava a mangiare. Accompagnata ieri presso gli uffici della Squadra Mobile di Palermo è stata assistita da personale femminile della Polizia di Stato e poi alloggiata in una struttura del capoluogo siciliano. Oggi, personale femminile della Squadra Mobile di Ragusa e del Commissariato di Vittoria, sono andati a Palermo e Giusy Pepi è stata prelevata ed accompagnata negli Uffici della Questura di Ragusa dove il Pubblico Ministero Giulia Bisello l’ha ascoltata per capire le ragioni del suo allontanamento.

Le indagini scattate subito dopo la denuncia fatta dal marito della donna Davide Avola, avevano già permesso di attestare che la donna aveva raggiunto Palermo per motivi connessi ad un grave disagio familiare in cui era costretta a vivere. Fondamentali per ritrovarla sono state le segnalazioni fatte dalla gente alle testate giornalistiche. “La Polizia di Stato grazie al frutto di un’intensa attività d’indagine ed alle segnalazioni dei cittadini alle testate giornalistiche, ha potuto rintracciare la donna che da oltre un mese aveva fatto perdere le proprie tracce”.