Quartiere Sorda sporco

Minidiscariche a Modica, dopo il ritiro dei vecchi cassonetti

Ancora criticità nella raccolta della differenziata

Come era prevedibile il ritiro da parte dell’Igm, la ditta che gestisce il servizio di raccolta differenziata a Modica, dei vecchi cassonetti verdi destinati all’indifferenziata ha provocato la comparsa di numerose minidiscariche in diverse zone del quartiere Sorda. Sono ancora troppi i cittadini che si ostinano a non differenziare i rifiuti e che non seguono il calendario di raccolta.

Eppure è dai primi giorni del mese di settembre che l’ufficio ecologia ha annunciato l’avvio della differenziata e che ha invitato tutti a ritirare i mastelli ma evidentemente non tutti lo hanno fatto. C’è da dire che ci sono zone in cui non viene effettuato il porta a porta e che i cittadini non sono stati informati su dove e quando smaltire i rifiuti e anche che per i più volenterosi mettersi in contatto con l’ufficio per ricevere le necessarie indicazioni non è semplicissimo. Il Comune aveva annunciato l’installazione di telecamere nei punti più sensibili per fare da deterrente, ma evidentemente qualcosa ancora non funziona bene e il quadro che la città offre di sè, al momento è davvero poco dignitoso.