Osservatorio di Arecibo a Porto Rico

Nuovo messaggio per Et: dopo 44 anni dal radiomessaggio a civiltà aliene

Una sfida che coinvolge ragazzi di tutto il mondo

L'osservatorio di Arecibo a Porto Rico, dopo 44 anni dal radiomessaggio diretto a eventuali civiltà aliene, sta lavorando ad un nuovo messaggio per Et basato sulle tecnologie attuali e nella sfida sta coinvolgendo ragazzi di tutto il mondo.

Gruppi di 5 studenti, dall'asilo al liceo, guidati da un professore o un ricercatore, dovranno elaborare il nuovo messaggio, dopo aver prima appreso il metodo scientifico, le attività dell'osservatorio, le scienze spaziali e il loro uso pacifico, accanto alle tecniche per decifrare dei messaggi in codice, risolvere rompicapo e ideare la nuova versione del messaggio. I vincitori saranno annunciati nel 2019, durante la settimana dell'Osservatorio di Arecibo. L'obiettivo principale del progetto è educare i giovani alle tecniche di radioastronomia.

Il primo messaggio diretto a eventuali civiltà extraterrestri lo aveva scritto l'astrofisico, Frank Drake, con l'aiuto dell'astronomo e scrittore di fantascienza Carl Sagan e lo staff dell'osservatorio. Era stato inviato il 16 novembre 1974 con la più potente trasmissione mai diretta allo spazio profondo per quell'epoca, verso l'ammasso di stelle M13 nella costellazione di Ercole. Della durata di 3 minuti, il messaggio era in codice binario, una combinazione di 1 e 0 che diedero vita ad un disegno di 1.679 bit che dava ai possibili vicini extraterrestri le coordinate della Terra nel Sistema solare, informazioni sugli esseri umani, come la struttura del Dna, i numeri atomici degli elementi che lo costituiscono, i numeri decimali e la statura media. (Ansa) (Il messaggio diretto a eventuali civiltà aliene lanciato nel 1974 dall'Osservatorio di Arecibo (fonte: Arne Nordmann/Wikimedia/CC BY SA 3.0)