Concorso Internazionale Gianluca Campochiario

Catania, capitale della Musica

27esima edizione

Nora Wanton, 9 anni, soprano, è la più giovane partecipante del concorso internazionale “Gianluca Campochiaro”. Sono decine i musicisti, provenienti da ogni parte del mondo, che hanno “invaso” il capoluogo etneo per la 27° edizione della kermesse riservata a giovani pianisti, violinisti, violisti, formazioni cameristiche e cantanti lirici.

Il concorso porta il nome del promettente allievo del liceo musicale catanese morto tragicamente in un incidente stradale. Promosso dall’associazione musicale “Pedara per Gianluca Campochiaro”, insieme a Regione Siciliana e Comune di Catania, gode dell’Alto patrocinio del ministero dei beni e delle attività culturali e del patrocinio dell'Università di Catania, del Dipartimento di Scienze Umanistiche e del conservatorio Vincenzo Bellini. A supporto del concorso è stato anche costituito un comitato scientifico. L’obiettivo della manifestazione è quello di promuovere la cultura musicale fra i giovani. L’evento vede protagonisti talenti emergenti italiani e stranieri che concorrono nelle otto sezioni, suddivisi in categorie di età. L’appuntamento viene ormai definito da anni “note dal mondo” per la diversa nazionalità dei suoi partecipanti.

Ai musicisti vincitori sarà conferita una borsa di studio offerta dagli enti e dagli sponsor che sostengono l’iniziativa. La selezione dei partecipanti è affidata a musicisti e rinomati docenti appartenenti a conservatori ed istituti musicali d’Europa. Direttore artistico del concorso è il maestro Igor Coretti Kuret, affiancato dai colleghi Carmelita Cocuccio e Chiara Bonaventura. “L’evento – spiegano Carmelo e Caterina Campochiaro, rispettivamente presidente e co-presidente dell’associazione – registra una crescita costante e si arricchisce, ogni anno, di nuove collaborazioni e appuntamenti collaterali”. Preziosa la collaborazione con gli istituti scolastici ad indirizzo musicale.

Tra le novità di quest’anno: le esibizioni alla stazione “Stesicoro” della metro che avranno un seguito anche nel periodo natalizio. Per l’edizione numero 27 vi sono giovani provenienti da Cina, Giappone, Corea del nord, Vietnam, Argentina, Spagna, Ungheria, Austria, Germania, Croazia, Romania, Russia, Egitto e, naturalmente, Italia. Insomma: un concorso intercontinentale”. Duplice l’obiettivo degli organizzatori: scoprire giovani talenti e contribuire alla promozione turistica e culturale della Sicilia”. Le fasi di selezione, cominciate martedi 13, si concluderanno domani.

Ad ospitare le audizioni il Palazzo della Cultura e il Campus College D’Aragona. Domenica 18, al Teatro Massimo Bellini di Catania, il concerto di Gala e la “Finalissima”. Nel corso della serata, con inizio alle 18.30, si decreterà il vincitore assoluto del concorso.