Dopo le rassicurazioni dell'assessore Falcone

Autostrada Siracusa-Gela, la CGIL invita alla prudenza

"Non creiamo false aspettative"

Le notizie di riapertura dei cantieri e di un accordo in dirittura d'arrivo per la realizzazione dell'autostrada Siracusa-Gela diffuse dall'assessore regionale Marco Falcone fanno registrare l'intervento di CGIL e Fillea CGIL che invitano alla prudenza e sollevano delle perplessità a tal proposito.

Come si pensa di pagare gli stipendi agli operai che vantano crediti relativi al mese di dicembre 2017, agosto, settembre e ottobre 2018 nel mentre sta per maturare anche il mese di novembre mettendo in serissima difficoltà non solo le maestranze ma soprattutto le loro famiglie ? Che uso si ritiene di fare con i quindici milioni di euro destinati all’Autostrada Siracusa – Gela frutto anche questo di un annuncio roboante del Ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli? Tutto dall’annuncio è rimasto nel vago. Ci si rende conto che se non si interverrà concretamente in tempi brevissimi il cronoprogramma non rispetterà il limite temporale della UE per il trasferimento di settanta milioni di euro con i quali l’opera (lotto Rosolini – Modica) potrà essere completata ?

Cgil e Fillea Cgil consigliano allora maggiore prudenza e cautela su questi argomenti e soprattutto evidenziano l’urgente necessità di intensificare gli sforzi per ridurre seriamente i tempi di riapertura dei cantieri.