Firmato protocollo in Prefettura

Raddoppiato il numero di vittime di incidenti in provincia di Ragusa

Alta velocità e distrazioni durante la guida le cause principali

Il numero di incidenti stradali sul territorio ibleo è raddoppiato rispetto allo scorso anno. Sulla base dei rapporti informativi forniti dalla Polizia stradale, dal Comando provinciale Carabinieri, dalla Polizia provinciale e dagli altri organi di Polizia Locale emerge infatti che a fronte di 12 vittime dello scorso anno, il dato parziale odierno è pari a 21.

Un dato allarmante che necessita una inversione di tendenza. Ieri pomeriggio in Prefettura è stato sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato alla prevenzione che coinvolge i Comuni, il Libero Consorzio Comunale, la Questura, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Polizia stradale, ufficio scolastico provinciale, asp, motorizzazione civile, anas, soaco, l’associazione provinciale delle vittime della strada di Comiso. L’obiettivo è quello di dimezzare entro il 2020 il numero totale di feriti e vittime nell’ambito dell’Unione Europea. Il protocollo prevede lo svolgimento di attività di sensibilizzazione in materia di educazione stradale nelle scuole con interventi rivolti sia agli studenti che alle famiglie, campagne di prevenzione attraverso i mass-media, divulgazione della casistica a cura del personale medico dell’asp.

Da quanto emerge dai rapporti informativi delle Forze dell’Ordine molti incidenti stradali sono connessi all’eccesso di velocità, guida in stato di ebrezza e distrazione dovuta anche all’utilizzo del telefono cellulare durante la guida.