Evento coordinato da Maricò Pepi

Festival internazionale del Balletto a Caltagirone ed Avola

Dal 16 novembre al 10 dicembre

Il nuovo ed atteso appuntamento con il Festival Internazionale del Balletto, quest’anno alla sua ventisettesima edizione, avrà luogo in due location suggestive e dall’alto valore artistico: nella città di Caltagirone presso il Teatro Politeama e presso il Teatro Garibaldi di Avola, entrambi punti di riferimento per la Storia della Sicilia.

L’evento avrà luogo dal 16 Novembre al 10 Dicembre 2018. La manifestazione si pone, da sempre e per sempre, come obiettivo la divulgazione dell’arte coreutica e delle diverse tecniche della danza e promuove l’originalità e le differenze culturali. Il Festival mira a coinvolgere ed appassionare un pubblico vasto ed eterogeneo con un occhio di riguardo verso l’aggregazione e l’educazione artistica dei più giovani. Saranno presenti alcune fra le compagnie più interessanti del panorama della danza italiana ed internazionale , attentamente selezionate dai curatori artistici della rassegna con l’intento sia di riprendere la tradizione della grande danse sia di rappresentare i canoni emergenti della danza contemporanea. Tutti gli spettacoli si terranno alle ore 20.30 ed alcuni di questi saranno replicati la Mattina proprio per dare possibilità alle Scuole di partecipare.

L’evento sarà coordinato da Maricò Pepi. Aprirà la XXVII edizione a Caltagirone, Venerdì 16 Novembre, la compagnia pluripremiata leccese Balletto del Sud di Fredy Franzutti con lo spettacolo Serata Romantica che include le più belle pagine del repertorio ballettistico romantico (Giselle, La Sylphide, la Bayadere..) intervallate da musiche di Chopin, Brahms, Verdi e rime dedicate a Leopardi. Qualche giorno dopo, Lunedì 19 Novembre, sarà la volta di una PRODUZIONE Spellbound che presenta lo spettacolo di danza e circo contemporaneo Collapse, indicato per le famiglie.

È un elogio al movimento in cui tutto si muove: le persone, gli oggetti, le luci. Collapse rimette in discussione i confini delle arti, il movimento, la giocoleria, l’acrobatica cercando di trovare nuovi modi di espressione.