Rete scolastica

Dimensionamento rete scolastica. Conferenza a Ragusa

Approvata proposta del Comune di Comiso

La scuola media "Pirandello" di Comiso accorpata con il Circolo didattico "Senia" per costituire un nuovo Istituto Comprensivo che prenderà il nome di Luigi Pirandello. Questa la proposta deliberata dal Comune di Comiso e presentata ieri dal Sindaco Schembari nel corso della conferenza provinciale sul dimensionamento della rete scolastica per l'anno 2019-2020.

La proposta è stata votata all'unanimità con l'astensione tecnica del dirigente dell'Ufficio Scolastico provinciale di Ragusa, Filomena Bianco. Ai lavori presieduti dal Commissario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza, è intervenuto anche il sindaco di Scicli, Enzo Giannone, che ha posto l’accento sulla richiesta dell’assessorato regionale inviata ai dirigenti scolastici di avere ragguagli sull’organico di fatto per quanto concerne i vari indirizzi scolastici. Una richiesta che potrebbe sottintendere la scelta ‘politica’ di procedere alla costituzione di poli formativi più omogenei negli istituti superiori. La conferenza ha riapprovato le proposte già deliberate favorevolmente nella seduta del 20 settembre scorso sulle proposte di dimensionamento scolastico deliberate dai comuni di Modica e Vittoria.

La proposta del comune di Vittoria prevede l’accorpamento del circolo didattico ‘Rodari’ con l’istituto comprensivo Sciascia per farne un unico Istituto che prenderà il nome di Paolo Borsellino, mentre, l’Istituto ‘Caruano’ viene accorpato all’istituto Don Milani per farne un solo istituto che prenderà il nome di Giovanni Falcone. La proposta del comune di Modica prevede la deroga di autonomia per un altro anno per l’Istituto Giovanni XXIII e solo in subordine l’accorpamento col circolo didattico ‘Giacomo Albo’. Tra le proposte anche la creazione di opportuni poli didattici omogenei in ogni città compatibilmente con le esigenze della popolazione scolastica.