Ambiente

Carta e cartone. La Sicilia ha l'incremento più alto di differenziata

I dati sono della Comieco

La Sicilia chiude positivamente il 2017 per quanto riguarda la raccolta differenziata di carta e cartone. Con un tasso di crescita del 16,1%, che sommato a quello dell’anno precedente arriva ad un +30% rispetto al 2015, si conferma la regione italiana che registra l’incremento più alto.

Secondo la fotografia scattata dal XXIII Rapporto Annuale di Comieco, Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, la Sicilia raccoglie circa 111 mila tonnellate di carta e cartone (oltre 15 mila in più rispetto al 2016) e raggiunge un pro capite di 22 chilogrammi. Ancora troppo poco però se consideriamo che la Sicilia è la regione meno performante d’Italia in termini di raccolta di carta e cartone: il dato medio nazionale si attesta infatti intorno ai 54 chili per abitante. La provincia con il pro capite più alto è quella di Trapani (31 kg/ab).

Cresce a un ritmo impressionante invece la provincia di Palermo: +59,1%, il che significa 8 mila tonnelate di materiale in più rispetto al 2016 per un totale di 22 mila tonnellate, ossia quanto raccoglie l’intera Basilicata. In fondo alla classifica non solo regionale, ma anche nazionale troviamo la provinica di Enna che non supera i 10 chili di carta e cartone per abitante; qui però la crescita è stata del 23,3% rispetto all’anno precedente.