Politica e giovani

Giovani in fuga dalla Sicilia: interrogazione di Nino Minardo

Minardo chiede urgenti iniziative allo Stato

Non accenna ad arrestarsi la fuga di giovani dalla Sicilia. Una situazione allarmante che merita la grande attenzione dei Governi nazionale e regionale. A tal proprosito il parlamentare nazionale di Forza Italia, Nino Minardo ha presentato un’interrogazione ai Ministri dello Sviluppo Economico, per il Sud e all’Istruzione.

Minardo chiede urgenti iniziative, per frenare la fuga di massa, in termini di investimenti in formazione e ricerca per la creazione di posti di lavoro. In Sicilia la situazione è allarmante; i numeri descrivono una realtà drammatica: dal 2002 ad oggi l’isola ha perso oltre 140mila residenti attraverso trasferimenti netti verso altri territori nazionali, mentre i siciliani che hanno trasferito la residenza all’estero negli ultimi quattro anni, dal 2013 al 2016, sono stati quasi 38 mila. A lasciare la regione sono infatti per lo più giovani tra i 25 e i 35 anni, soprattutto singoli o coppie con livelli di istruzione medio alti. Una situazione che porta ad un’irrimediabile decrescita.

Sono gli effetti di una politica economica statale che nell'ultimo decennio ha investito sempre meno e peggio le proprie risorse al Sud, ma anche della mala amministrazione senza visione ed attenzione alle future generazioni. Per non parlare delle carenze infrastrutturali e la scarsa qualità dei servizi, una burocrazia “malata di formalismi e lungaggini” . La burocrazia, limita crescita e sviluppo. Minardo dice di condividere quanto detto dal Governatore siciliano Nello Musumeci quando afferma di comportamenti discutibili da parte di alcuni burocrati alla Regione mentre la Sicilia è alla fame.