Dal Ministero per lo sviluppo economico

15 milioni per il Sud Est e per l'autostrada

Nota congiunta dei parlamentari Lorefice e Ficara

Toni esultanti dai parlamentari 5 stelle Marialucia Lorefice, presidente della Commissione Affari Sociali presso la Camera dei Deputati e Paolo Ficara della IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni nell’annunciare l’arrivo nel sud-est siciliano e in provincia di Ragusa di 15 milioni di euro per le infrastrutture.

I dettagli direttamente dalle parole dei due estensori di una nota congiunta “il Ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro Luigi Di Maio ha firmato ieri al MISE tre Accordi di Programma per l'attuazione dei progetti di riconversione e riqualificazione delle aree di crisi industriale complessa. Una di queste aree è quella di Gela, e di tutto il territorio del sud-est siciliano.L’accordo sottoscritto per il quale il MISE, Ministero dello Sviluppo Economico, ha previsto un finanziamento di 15 milioni di euro, ha l'obiettivo di potenziare la dotazione infrastrutturale dell’area, rafforzare il tessuto produttivo esistente e lo sviluppo della logistica, attrarre nuovi investimenti finalizzati alla diversificazione produttiva e alla realizzazione di nuovi progetti imprenditoriali.

Ai fondi del Mise si aggiungono, per la prima fase progettuale, 10 milioni di euro della Regione Siciliana, per un totale di 25 milioni di euro”. Per quanto riguarda il territorio del sud-est, affermano Lorefice e Ficara “ciò passa attraverso la riqualificazione e la reindustrializzazione dei siti produttivi esistenti, il rilancio del porto di Gela, gli investimenti in opere infrastrutturali, come il completamento dell'autostrada Siracusa-Gela. Un’opera che il territorio aspetta dagli anni Settanta, infrastruttura importante per le province di Ragusa e Siracusa perché consentirebbe di collegare i due capoluoghi di provincia della zona sud orientale dell'Isola, snellire ed agevolare il traffico complementare alla futura Ragusa-Catania.

Per quest’ultima manca però l’erogazione, indispensabile, di fondi da parte del Consorzio autostrade siciliane (Cas) da una parte e dall'altra ci sono da risolvere le vicende giudiziarie che hanno riguardato una delle ditte appaltanti.”Poi la conclusione “grazie all’accordo sottoscritto il Governo nazionale si è impegnato a finanziare il terzo lotto mancante (da Scicli a Gela). È fondamentale a questo punto che la Regione faccia la sua parte mettendo in atto tutte le iniziative possibili affinché riprendano i lavori per il completamento del secondo tronco (da Rosolini a Scicli)”. (da.di.) (Foto web)