Attualità

Nuovo regolamento di Polizia urbana a Modica

Dopo l'approvazione della Giunta toccherà al Consiglio

Dopo ben 87 anni Modica si prepara ad avere un nuovo regolamento di Polizia Urbana. L'ultimo era stato elaborato all'alba dell'era fascista e sotto la monarchia.

Da allora nessuna novità fino ai giorni d'oggi quando il Comandante del Corpo, Rosario Cannizzaro, ha elaborato il nuovo regolamento che la Giunta Municipale ha approvato. Adesso l'ultima parola spetta al Consiglio Comunale. Il nuovo regolamento è formato da 52 articoli che abbracciano praticamente ogni aspetto della vita cittadina. Particolare rilievo al nuovo potere conferito al Sindaco di poter emettere Daspo, l'allontanamento dal territorio cittadino di soggetti ritenuti pericolosi per l'incolumità pubblica. Inoltre il nuovo regolamento individua diverse zone urbane su cui insistono scuole, musei, aree archeologiche, aree a verde o comunque zone dove maggiore è il flusso turistico dove, oltre alle sanzioni amministrative, si possono applicare altre contromisure tra le quali proprio il Daspo.

Nel regolamento appositi capitoli sono dedicati alle concessioni su suolo pubblico, alla lotta al vandalismo, al rispetto del conferimento dei rifiuti, all'abbandono di mezzi di locomozione su suolo pubblico, alla salvaguardia del verde, all'organizzazione di manifestazioni e spettacoli, alla tutela della quiete pubblica, alla gestione degli animali su suolo pubblico. “E' un ottimo regolamento – commenta il Sindaco Abbate – molto completo ed esaustivo di ogni aspetto legato alla convivenza e alla fruizione dei beni pubblici. Voglio fare i complimenti al Comandante Cannizzaro e alla sua squadra per aver svolto un lavoro così attento e certosino.

Ormai era ora cambiare questo regolamento perchè quello attualmente attivo risale ad un periodo storico completamente diverso dall'attuale con esigenze e abitudini della popolazione non più corrispondenti a quelle che potevano essere negli anni 30”.