Organizzata da Proxima

Giornata europea contro la tratta degli esseri umani anche a Ragusa

Giornata di appuntamenti al "Fermi" di Viale Europa

Anche a Ragusa oggi si celebra la dodicesima Giornata europea contro la tratta di esseri umani. Iniziative sono rivolte agli studenti degli istituti superiori promosse dalla cooperativa Proxima in programma, al liceo scientifico “Enrico Fermi” di viale Europa.

La Giornata è stata istituita dalla commissione europea per sensibilizzare su un fenomeno, quello della tratta e del grave sfruttamento, che preoccupa non poco l’Ue. Il presidente di Proxima Ragusa, Ivana Tumino considera quello di oggi un appuntamento di cruciale importanza necessario a sensibilizzare le giovani generazioni su un fenomeno caratterizzato da numeri importanti che allertano per dimensione e diffusione e che rappresentano un enorme business per le reti criminali transnazionali. Tra gli interventi in programma, quello della psicologa e psicoterapeuta della Proxima, Caterina Melai, che illustrerà le caratteristiche del fenomeno e spiegherà nel dettaglio qual è la tipologia di interventi attuati dalla cooperativa nell’ambito dei progetti antitratta.

A seguire la documentarista e fotografa Francesca Commissari presenterà il docufilm “The Journey” realizzato sulla base delle esperienze delle ospiti della cooperativa. Un vero e proprio pugno nello stomaco che, attraverso testimonianze dirette, rivelerà quali sono le modalità a cui le vittime della tratta devono attenersi, mettendo in rilievo come il sogno delle donne della Nigeria di potere vivere una vita migliore, svolgendo l’attività di commessa in un negozio, si trasformi in realtà in un incubo visto e considerato che le stesse sono costrette dietro la forza di indicibili violenze a prostituirsi.

Subito dopo, le classi di studenti, quarte e quinte, presenti all’incontro del Fermi in rappresentanza di vari istituti ragusani si sposteranno in prossimità dell’orto sociale di via Padre Tumino, una delle realizzazioni della Proxima per aiutare le vittime di tratta. Dopo la presentazione degli orti, sarà possibile ascoltare la testimonianza della cooperativa agricola Terra Si-Cura che racconterà quale il percorso effettuato “dal sogno alla realtà”. A mezzogiorno in punto ci sarà per gli intervenuti lanceranno i palloncini all’insegna dell’hashtag #liberailtuosogno.