L'iter che ha portato alla pubblicazione sulla Gazzetta

Brindisi al Comune di Modica per il Cioccolato IGP

Presentato stamattina alla stampa

La pubblicazione sulla Gazzetta Europea del regolamento del "Cioccolato di Modica" nel registro delle IGP, è stata al centro della conferenza stampa svoltasi stamattina al Comune di Modica alla presenza del Sindaco Ignazio Abbate, il Presidente e il Direttore del Consorzio Salvo Peluso e Nino Scivoletto, il Direttore culturale del Consorzio Grazia Dormiente, Sandro Gambuzza e Giuseppe Giannone rispettivamente componente della Giunta Camerale e Consigliere della CCIAA di CT-RG-SR.

Sono intervenuti in audio/video delle personalità che non hanno voluto fare mancare il loro contributo: Filippo Pinelli Direttore di The Chocolate Way; Nino Minardo Deputato Nazionale del territorio; Edy Bandiera Assessore Regionale alla Agricoltura; Mauro Rosati Direttore generale di Qualivita; Paolo De Castro Parlamentare Europeo; Giovanni La Via Parlamentare Europeo; Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo. E’ stata data lettura anche del messaggio della Parlamentare Europea Michela Giuffrida. Il Presidente del Consorzio Salvo Peluso ha manifestato la soddisfazione dei produttori tutti di cioccolato di Modica , che hanno creduto sempre alla certificazione europea, premio per la costanza dei maestri cioccolatieri che da secoli perpetuano una ricetta unica nel panorama europeo. Grazia Dormiente ha quindi illustrato le iniziative poste in essere per riuscire a dimostrare in modo inequivocabile il legame storico tra il territorio e il prodotto, fissando nel 1746 la certezza anagrafica del cioccolato di Modica.

Le conclusioni sono state affidate al Direttore del Consorzio che ha ripercorso tutte le tappe dell’iter. Dal 6 di Novembre prossimo potranno produrre e commercializzare il Cioccolato di Modica solo le imprese che si assoggetteranno al regime di controllo e sottoscriveranno il Disciplinare di Produzione. Il Sindaco in chiusura ha annunciato che il contrassegno di ogni barretta di cioccolato di Modica , a tutela di ogni contraffazione, sarà prodotto con ologramma dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Alla fine c'è stato un brindisi organizzato dell’Istituto Alberghiero Principi Grimaldi.