Il capogruppo del Pd Mario Chiavola: il Comune chiarisca come intervenire

Blocco parziale sulla Ragusa Modica, tra via Risorgimento e ospedale Arezzo

Da circa sette mesi

“Continua a rimanere parzialmente bloccata, ormai da parecchi mesi, circa sette, la via di collegamento di due tra le più importanti città della provincia, il capoluogo Ragusa e Modica, dopo il crollo che ha interessato la strada in questione”.

Lo dice il capogruppo del Pd al Consiglio comunale di Ragusa, Mario Chiavola, facendo esplicito riferimento al tratto di via Risorgimento tra l’incrocio con Ibla e l’ingresso dell’ospedale Maria Paternò Arezzo. Chiavola, rivolgendosi all’amministrazione comunale, precisa: “Vorremmo conoscere tempi e metodi relativamente alla fine di questo vero e proprio tappo, chiamiamolo così, che congela l’uscita e l’entrata della strada che unisce Ragusa a Modica. Si badi bene: nessuna pressione, nessun interesse ma solo la necessità di comprendere. Anche perché la circolazione in transito è parecchio in difficoltà, soprattutto nelle ore di punta.

Mi riservo di presentare una interrogazione per ottenere le informazioni del caso e per potere di nuovo contare su una viabilità che sia quanto più possibile normale. Anche perché l’imbuto in questione è regolamentato da un semaforo mentre più avanti se ne trova un altro, sebbene in quel caso si possa considerare di ordinaria amministrazione visto che regolamenta l’accesso all’ospedale. Si faccia il possibile, dunque, per assicurare alla collettività una soluzione in tempi rapidi”.