Incontro Istituzionale tra Cna e il sindaco Schembari

Il futuro dell'aeroporto di Comiso

Il primo cittadino ha confermato il massimo impegno dell'Amministrazione

Una panoramica sulle problematiche delle piccole e medie imprese che operano a Comiso. E’ stato questo l’oggetto di un incontro tenutosi tra una delegazione della Cna, guidata dal presidente territoriale Giuseppe Santocono, e il sindaco Maria Rita Schembari.

Per la Cna c'erano anche il segretario territoriale Giovanni Brancati, il presidente comunale Salvatore La Rosa e il responsabile organizzativo Andrea Distefano. Si è trattato di una prima visita istituzionale, finalizzata ad una prima presa di contatto ufficiale, come è prassi in seno alla Cna nei riguardi dei sindaci neoinsediati. E’ stato deciso di tenere una prima riunione operativa tra l’amministrazione comunale e il coordinamento cittadino dell’associazione di categoria, per scendere più nel dettaglio delle questioni che riguardano da vicino le Pmi, riunione che si svolgerà lunedì prossimo 15 ottobre nella sede casmenea della Cna.

Nel corso del cordiale incontro, inoltre, i vertici della Cna hanno consegnato al sindaco l’invito ufficiale per la serata di beneficenza in programma sabato 27 ottobre al teatro Naselli. Inoltre, l’associazione di categoria ha voluto centrare la propria attenzione sulla questione riguardante l’aeroporto di Comiso. “C’è stato – afferma il presidente Santocono – un proficuo scambio di informazioni e di punti di vista su quello che potrà essere il futuro dello scalo casmeneo. Il sindaco ci ha illustrato la posizione dell’amministrazione comunale interessata in primo piano alla questione in quanto ente proprietario della struttura, oltre che come partecipante al 35% nella società che gestisce l’aeroporto, vale a dire la Soaco.

Il primo cittadino ha tenuto a rassicurarci confermando il massimo impegno della propria amministrazione a fare in modo che l’aeroporto possa proseguire la propria attività e naturalmente incrementarla. Schembari intende coinvolgere nella proprietà della Soaco gli altri enti pubblici locali, con particolare riferimento, in prima battuta, al Libero consorzio comunale e al Comune di Ragusa, senza naturalmente trascurare gli altri Comuni iblei, a partire da Chiaramonte Gulfi e Vittoria che, avendo concesso una parte del proprio territorio il primo e il proprio spazio aereo l’altro, hanno diritto ad una compartecipazione nella gestione della società”.

La Cna, dopo aver condiviso la preoccupazione del sindaco per le sorti future dello scalo di Comiso, ha assicurato il proprio impegno a fianco del primo cittadino per assicurare un futuro di rilancio all’aeroporto, perché è assolutamente necessario mantenere in vita e rafforzare una struttura importante per il territorio sotto tantissimi punti di vista. A tal proposito le due parti hanno concordato di rimanere costantemente in contatto per scambiare le dovute informazioni sull'evolversi della delicata problematica.