Indagini per individuare il responsabile della morte di Maria Zarba

Omicidio a Ragusa: al vaglio la posizione del marito

La donna e' stata trovata in casa con il cranio fracassato

L’omicidio di Maria Zarba sarebbe maturato nell’ambito familiare. Non hanno dubbi su questo gli inquirenti che da ieri sera stanno lavorando ininterrottamente per individuare il responsabile della morte di Maria Zarba la donna di 66 anni, trovata ieri sera con il cranio fracassato nella sua casa nel centro della città.

Per tutta la mattinata gli uomini della Squadra Mobile hanno sentito il marito 74enne della donna, l’uomo non viveva più con lei e fra i due non c’erano buoni rapporti. Gli agenti hanno visionato attentamente le immagini delle telecamere che si trovano nella zona e dalle prime indiscrezioni pare che l’uomo sia stato individuato ma non ci sono ancora elementi sufficienti per fare scattare l’arresto. L’incastro dei tempi non sarebbe perfettamente combaciante e non è possibile al momento concretizzare il provvedimento di fermo. Le indagini della squadra mobile sono coordinate dal sostituto procuratore di Ragusa Giulia Bisello.