Il sindaco Roberto Ammatuna

Hot spot Pozzallo: 72 profughi in attesa di trasferimento: da 3 mesi

14 donne e 53 uomini

"L'hot spot di Pozzallo si è trasformato in un centro di seconda accoglienza. Ancora ci sono i migranti che sarebbero dovuti essere trasferiti in altri Paesi europei, ma quell'accordo difficilmente sarà rispettato". A parlare e’ il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna.

Nella struttura, rivela la psicologa Valentina Gulino di Medici per i diritti umani (Medu), "ci sono 72 profughi". "Pe la maggior parte - aggiunge - sono eritrei e somali, e c'è alche qualche nigeriano. Tra loro 14 donne, una delle quali incinta, e 53 uomini. Ci sono anche bambini piccoli di età compresa tra i 5 mesi e i 5 anni". E' cambiato anche la tecnica psicologica da adottare con loro: "prima qui entravano migranti che stavano due o tre giorni e quindi ci occupavamo della prima emergenza, adesso sono qui da tre mesi le domande e la maggiore fronte di stress riguarda la prospettiva futura".  (Ansa)