Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Paura a Catania per la forte scossa di terremoto: danni e gente in strada

Il sisma di magnitudo 4.8 con epicentro a Santa Maria di Licodia

Paura a Catania per la forte scossa di magnitudo 4.8 registrata dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia la scorsa notte alle 2,34 a Santa Maria di Licodia. Molte persone sono scese in strada.

La scossa ha provocato il crollo di cornicioni, nella chiesa di Santa Maria di Licodia e a Palazzo Ardizzone, ex sede del municipio, e di antiche case rurali ma non, secondo i primi accertamenti dei vigili del fuoco, danni strutturali. Adrano e Biancavilla i paesi maggiormente interessati, dove si registrano dei crolli di cornicioni. I cittadini dei tre Comuni sono usciti dalle loro abitazioni e sono scesi in strada e la Protezione civile locale ha già provveduto a transennare alcune zone. Il sisma è stato avvertito a Catania e in tutta la provincia, otre che a Siracusa, Ragusa, Enna e Messina.

Alcune persone sono rimaste ferite in modo non grave e sono state portate nell'ospedale di Biancavilla, altre sono state ricoverate in stato di choc. Verifiche sono in corso da parte di carabinieri e vigili del fuoco.