Indagini della Polizia di Stato

Comiso, rischia di morire dissanguato

24enne ghanese

Dopo due giorni di indagini gli uomini del commissariato di Comiso sono riusciti a ricostruire i fatti che hanno visto protagonista un 24enne ghanese che ha rischiato di morire dissanguato.

Il giovane che si era presentato in commissariato giovedì con una copiosa emorragia al braccio è stato salvato dal poliziotto di vigilanza che con un laccio emostatico è riuscito a frenare la fuoriuscita di sangue in attesa dell’ambulanza. Gli agenti hanno scoperto che il giovane si era reciso vene ed arterie per aver dato un pugno contro il vetro di un armadio dopo avere litigato con una donna per futili motivi. Il giovane si trova adesso presso la chirurgia del Cannizzaro di Catania con una prognosi di 40 giorni.

I medici hanno dichiarato che senza il provvidenziale aiuto dell’agente, sarebbe morto dissanguato. Nel corso delle indagini uno dei conoscenti del giovane è risultato privo di permesso di soggiorno.