La Sicilia tra le regioni maggiori produttrici di grano duro

Grani antichi e pasta: la proposta di legge di Minardo

Promuovere la produzione e la diffusione della pasta

La Sicilia è tra le regioni maggiori produttrici di grano duro e vocata, da qualche decennio, al ritorno della coltivazione di antichi grani locali, di cui l’isola è particolarmente ricca.

La rivalutazione di questi frumenti antichi rappresenta un volano per piccole economie locali e fonte di reddito in grado di migliorare le condizioni socio-economiche dei contesti rurali. La strada dei grani antichi e della loro filiera è però tutta in salita e c’è ancora tanto da fare per difendere dalle furberie questo patrimonio. In tale direzione si colloca il progetto di legge presentato dall'on. Nino Minardo per incentivare la produzione di grano di qualità attraverso la costituzione di consorzi. Il progetto di legge reca norme per incentivare la coltivazione del grano duro sia dal punto di vista delle superfici coltivate e delle quantità prodotte, attualmente insufficienti, che per un miglioramento in termini di qualità del prodotto al fine di valorizzare le produzioni locali e garantire un beneficio economico sugli agricoltori.

Per promuovere la produzione, la diffusione e la commercializzazione della pasta di alta qualità, sottolinea Minardo, è prevista l’istituzione di un apposito consorzio che riunisce tutti gli attori della filiera per fissare le norme tecniche di produzione ad ogni livello.