Accompagnata dal corpo Bandistico San Giorgio Citta' di Ragusa

Processione per San Francesco a Ragusa

Numerosi fedeli

Celebrare la festa di San Francesco significa per noi non solo cantare le sue lodi ma anche lasciarci coinvolgere dagli appelli del Vangelo e del nostro mondo di oggi, rinnovando la nostra vocazione cristiana”.

E’ l’appello lanciato dal parroco, don Nicola Iudica, in occasione della giornata che, ieri a Ragusa, con la processione esterna, è stata dedicata al poverello d’Assisi. Molto intense le celebrazioni e i momenti di intrattenimento che hanno sviluppato al massimo il senso di comunità, uno degli obiettivi, per questa edizione dei festeggiamenti, del parroco e del comitato organizzatore. Partecipata, ieri sera, da fedeli e devoti la santa messa presieduta dall’arciprete della città di Vittoria, don Salvatore Converso, che per sei anni, dal novembre del 2011 al settembre dello scorso anno, è stato parroco proprio a San Francesco. Alla processione, poi, hanno partecipato le autorità civili e militari.

La città di Ragusa era rappresentata dal sindaco Giuseppe Cassì. La processione con il simulacro, accompagnata dal corpo bandistico San Giorgio Città di Ragusa, si è snodata per le vie del centro storico superiore, caratterizzandosi per alcune soste ricche di emozione. In particolare quella al monastero delle Carmelitane, quella dinanzi all’ospedale Civile e quella in Cattedrale con il parroco di San Giovanni Battista, padre Giuseppe Burrafato, che ha accolto con giubilo l’arrivo del simulacro del patrono d’Italia. Un’altra sosta al ponte padre Scopetta per assistere allo sparo dei fuochi pirotecnici. In piazza Cappuccini, poi, ieri sera, due momenti di intrattenimento molto apprezzati dal numeroso pubblico presente.

In primo luogo l’esibizione del coro Mariele Ventre diretto dalla maestra Giovanna Guastella mentre è stata accompagnata da grandi risate la performance del duo cabarettistico Toti e Totino che, ancora una volta, hanno dimostrato di sapere divertire in maniera semplice e con battute coinvolgenti. Ma le celebrazioni in onore di San Francesco non si sono ancora concluse perché giovedì 4 ottobre sarà celebrata la memoria liturgica. E per l’occasione sono previsti ulteriori momenti di confronto spirituale. In particolare oggi prenderà il via il triduo di San Francesco d’Assisi. Alle 18 ci sarà la recita del Rosario e alle 18,30 la celebrazione della santa messa, animata dalla comunità di Santa Maria di Portosalvo proveniente da Marina di Ragusa, con la partecipazione degli infermi e degli operatori Unitalsi.

A presiedere la celebrazione eucaristica il parroco di Marina, padre Riccardo Bocchieri. Alle 19,30, in chiesa, è in programma la conferenza sul tema “Francesco d’Assisi: la vita di uno che in terra nulla volle per sé” a cura del prof. Ciccio Licitra. Domani, festa dei nonni, alle 18 ci sarà la recita del Rosario e la coroncina a San Francesco d’Assisi. Alle 18,30, poi, la santa messa presieduta da don Giuseppe Ramondazzo mentre alle 19,30 i ragazzi della comunità festeggeranno i nonni. Alle 20, in piazza Cappuccini, proiezione del documentario sul quartiere Cappuccini dal titolo “Regnum in regno” di Lucio D’Amico.