Interrogazione consiliare di Marcello medica

Modica, mancato utilizzo edificio corso Garibaldi

Il consigliere chiede i tempi per la fruizione

È stata presentata, nei giorni scorsi, un’interrogazione consiliare avente ad oggetto il mancato utilizzo dell’edificio ristrutturato, già sede del I Circolo Didattico di Modica, prospiciente il corso Garibaldi.

Firmatario dell’interrogazione, il consigliere comunale del M5S, Marcello Medica, il quale fa presente che, l’edifico in questione è inutilizzato da anni e specificatamente dall’inizio dei lavori di ristrutturazione a suo tempo resisi necessari per la vetustà dell’immobile; che i locali di cui trattasi sono stati destinati dall’Amministrazione Comunale ad ospitare il plesso Ciaceri dell’Istituto comprensivo Santa Marta, attualmente disposto nella propria sede storica all’ultimo piano dell’edificio, comunemente indicato come ex-Magistrale, di c.so Umberto I, i cui due piani sottostanti sono in carico all’Istituto Superiore G. Verga di Modica e che l’attuale sede della Ciaceri verrà occupata dall’Istituto G. Verga, la cui penuria di locali esige un’immediata risposta, in considerazione anche dei bisogni connessi alla nascita del nuovo Liceo Coreutico all’interno di tale istituto.

Il consigliere Medica, inoltre, evidenzia come nell’edificio, comunemente indicato come ex-Magistrale, di c.so Umberto I, sono in corso dei lavori di ristrutturazione che durano ormai da diversi anni e che causano disagi a studenti, insegnanti e a tutto il personale scolastico; che l’edificio ristrutturato di c.so Garibaldi è sicuramente più accogliente, comodo e soprattutto più sicuro per tutti i soggetti di cui sopra e che una volta effettuato il trasloco della scuola media Ciaceri nella struttura di c.so Garibaldi, si renderanno disponibili i locali per l’Istituto Verga, attualmente insufficienti.

Il consigliere pentastellato chiede, quindi, le dovute spiegazioni all’amministrazione comunale su quali cause oggettive hanno impedito sino ad oggi l’utilizzo della struttura di corso Garibaldi; se è stata redatta dagli uffici competenti specifica relazione tecnica mirata ad illustrare le ragioni del mancato utilizzo della struttura, le responsabilità connesse e le azioni conseguenti da intraprendere per rendere fruibile la struttura nel più breve tempo possibile; se l’Amministrazione Comunale ha individuato o anche solo ipotizzato delle responsabilità in merito e quale lasso di tempo dovrà trascorrere perché la struttura possa concretamente essere fruita dagli studenti del plesso Ciaceri dell’Istituto comprensivo Santa Marta.

Il consigliere Medica, riguardo al settore scolastico, più in generale, chiede anche all’Amministrazione Comunale se ha provveduto a dotarsi di un piano di edilizia scolastica a breve e medio termine, sostenuto da adeguati capitoli di bilancio. La pianificazione in questo settore appare, infatti, indispensabile per programmare gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici e di adeguamento di strutture e impianti, nonché, al contempo, per prevenire e far fronte a imprevisti; tutte cose, queste, di cui, permanentemente e con ciclo annuale, gli utenti e le loro famiglie soffrono le conseguenze e che impongono all’Amministrazione Comunale di rincorrere gli eventi con tardivi interventi riparatori.