Viabilita'

Trasporto ferroviario: le proposte di Stefania Campo

Elaborato un corposo e dettagliato report

Un corposo e dettagliato report, che la parlamentare regionale ragusana Stefania Campo, del movimento 5 stelle, ha preparato ascoltando i comitati dei viaggiatori, sarà proposto a RFI per il programma 2017-2021 ed ai componenti M5S della commissione trasporti alla Camera.

Ciò in previsione che, afferma la Campo, “il nuovo contratto di programma di RFI, per il periodo 2017-2021, preveda anche grazie alla sensibilità del nuovo governo, investimenti corposi proprio in Sicilia”. Il report “dettagliato, territorio per territorio”, per il Ragusano propone ad esempio l’elettrificazione della linea Sr-Rg-Gela, linea ad alta velocità e capacità con collegamento diretto e veloce tra i due capoluoghi Siracusa e Ragusa (merci e passeggeri); la realizzazione della metropolitana di superficie della città di Ragusa; il collegamento con aeroporto di Comiso.

Sulla linea Siracusa/Ragusa/Gela/Caltanissetta Xirbi, si prevede che RFI lavori per l’aumento del numero di punti d’incrocio dei treni (cioè delle stazioni con almeno due binari in servizio), per incrementare la capacità della linea (che ha finalmente registrato un incremento del traffico) con indice di puntualità scadente, soprattutto a causa delle ripercussioni dei ritardi tra i treni stessi. Essendo una linea a semplice binario è fondamentale che i punti d’incrocio non distino più di 10 km fra di loro per evitare che il ritardo di un treno si propaghi, a cascata, sugli altri treni; che venga realizzata la progettazione e realizzazione di opere sostitutive finalizzate alla soppressione dei passaggi a livello (prima causa di incidenti ferroviari e prima causa di ritardi per guasto); la sostituzione dei deviatoi attuali con altri che consentano l’ingresso contemporaneo dei treni nelle stazioni di incrocio e quindi di ridurre i tempi di incrocio stesso; un idoneo potenziamento della capienza dei binari per la sosta notturna dei treni (stazione di Modica).

Alla luce di quanto epsosto nel report, Stefania Campo conclude “abbiamo raccolto le esigenze dei viaggiatori e messe sul piatto. Dovremo ora avviare una determinata negoziazione con RFiper far valere il peso del Mezzogiorno e della Sicilia sul sistema trasporti ferroviari a livello nazionale”. (da.di.)