Festeggiamenti nel centro storico superiore

Oggi a Ragusa la Madonna del Rosario

Nella chiesa dell'Ecce Homo

Con l’esposizione del venerato simulacro della Vergine, prenderanno il via oggi, mercoledì 26 settembre, i festeggiamenti mariani in onore della Madonna del Rosario nella chiesa dell’Ecce Homo, nel centro storico superiore di Ragusa.

“La devozione alla Madonna del Rosario presso gli ‘Acciumari’, i residenti della zona – sottolinea il prof. Paolo Antoci, membro del comitato dei festeggiamenti – è tanto antica quanto la chiesa stessa. La festa esterna invece risale al 1992; abbiamo ormai orgogliosamente raggiunto e superato i 25 anni. Il cliché di questa festa di quartiere è comune alle altre antiche feste presenti in città con il clou degli eventi religiosi che è la processione esterna, dopo nove giorni dedicati a una preparazione spirituale vissuta con un crescendo di gioiosa attesa”.

Caratteristica del Novenario (in programma dal 5 al 13 ottobre), sarà la recita del Santo Rosario intervallato dall’enunciazione dei Misteri e accompagnata dal canto di alcune antiche strofe che esplicitano in forma poetico-musicale il mistero che si sta meditando. La melodia di riferimento utilizzata per ogni enunciazione è tratta da un canto mariano della tradizione popolare. Oggi, alle 20, in chiesa, ci sarà l’esposizione solenne del venerato simulacro della Madonna che sarà accolto dai fedeli tra canti e preghiere. Inoltre, i portatori intoneranno il canto solenne del “Salve Regina”. Durante il novenario di quest’anno ci sarà modo di riflettere sul tema dell’Ottobre missionario ‘Giovani per il Vangelo’, tematica che svilupperà il parroco don Giovanni Bruno Battaglia, già missionario per 10 anni in Brasile.

In tal senso, ci saranno soprattutto due celebrazioni per riflettere e pregare: l’adorazione eucaristica missionaria che aprirà i festeggiamenti (5 ottobre) e il Santo Rosario itinerante nella vigilia alla memoria liturgica (6 ottobre). “Quest’anno – sottolinea poi il parroco nel suo messaggio ai fedeli – la domenica della festa, il 14 ottobre, coincide con la canonizzazione di Paolo VI e del cardinale Oscar Arnulfo Romero, evento che ci sprona tutti nel cammino di santificazione. Nello stesso tempo il Sinodo dei vescovi “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale” che si terrà a Roma nell’ottobre missionario dal 3 al 28, ci invita alla preghiera e al sostegno da offrire ai giovani nelle nostre comunità ed associazioni”.