Benessere

Che cibi mangiare in autunno? Ecco quelli che fanno bene

Da inserire nella dieta

L’autunno è alle porte e con esso sono in arrivo i primi freddi, le piogge ed i cibi disponibili in questo periodo dell’anno. Ormai tutti sappiamo l’importanza di mangiare prodotti sani, genuini e di stagione che fanno particolarmente bene al nostro organismo.

In autunno uno dei principali protagonisti è la zucca come leggiamo nell’articolo sulla dieta dell’autunno di NotizieBenessere. Depurativa e deliziosa grazie al sapore dolce, è molto versatile. Grazie al magnesio combatterai la fame nervosa con una sferzata positiva per l'umore. Prova la vellutata di zucca e patate con una spolverata di curcuma, disintossicante e antiage. Ci sono poi i broccoli, ottimi come contorno, sono perfetti anche per condire la pasta. Il segreto? La cucina può diventare un atto di consapevolezza per la propria salute. Cuoci le verdure al vapore, aggiungi olio extravergine a crudo, peperoncino e tante erbe aromatiche, da coltivare in vaso sul davanzale.

Ma non bisogna dimenticare che l’autunno porta con sè i tanto amati agrumi. Il sapore dolce dei mandarini secondo gli studi stimola il buon umore: usali come spuntino a metà mattina o nel pomeriggio. Sì alla spremuta fresca di arance e pompelmo al posto della solita colazione a base di caffè. Variare la dieta apporta nutrienti all'organismo e rende più golosa la sveglia. Ma non solo. In autunno avremo disponibili: bietole, broccoli, carote, cavolo cappuccio e verza, cavolini di Bruxelles, cavolfiori, cicorie, cipolle, porri, radicchi rossi, rape bianche, rosmarino, ravanelli, sedano rapa, spinaci, scorzonera, zucche; cachi, castagne, cotogne, cedri, fichi, mandorle, melograno, mele, noci, pere, uva.

Possiamo osservare come quasi tutti questi ortaggi siano più compatti rispetto a quelli estivi: essi rispecchiano fedelmente l’andamento dell’energia. È il momento di tornare ad adottare stili di cottura più forti: bolliture prolungate, stufati, zuppe, cotture al forno. In genere è il momento in cui mangiare cibi più caldi. Non più insalate e cibi crudi, ma verdure cotte, zuppe bollenti, magari aggiungendo qualche cibo della tarda estate. E scegliendo verdure e prodotti di stagione per essere in linea con le energie che la terra esprime in questo momento. Molti dei frutti che giungono a maturazione durante l’autunno si prestano naturalmente ad essere conservati per molti mesi: i legumi, i cereali, le patate, le cipolle, le zucche.

Quando mangiamo le cose giuste, il nostro metabolismo funziona, abbiamo una sensazione di energia, la pancia piatta e in generale stiamo bene sia fisicamente che emotivamente. Durante l’autunno sarà facile avere manifestazioni legate all’incessante lavoro di ripulitura, e quindi fisiologicamente saremo più predisposti a manifestazioni catarrali legati all’albero polmonare. E questo sarà ancora più evidente nei più piccoli, che puntualmente in questa stagione si riempiranno di catarro. Si tratta, dunque, di alimenti che sono buonissimi dal punto di vista del sapore, ma che – se preparati nel modo giusto – ci aiutano ad affrontare al meglio i malanni di stagione e danno grandi benefici al nostro organismo.