Salute

Diabete e ipertensione: malattie non trasmissibili

Uccidono ogni anno 15 milioni di persone

Novo Nordisk finanzierà con un contributo di 5 milioni di dollari la Defeat-NCD Partnership, creata per sconfiggere le malattie non trasmissibili (NCD) nei Paesi a basso reddito. L’annuncio è stato dato nel corso di un evento alle Nazioni Unite congiuntamente al Governo danese, che sosterrà a sua volta l’iniziativa con un fondo di 3 milioni di dollari.

Si tratta, nel complesso, dei primi finanziamenti concessi a questo ambizioso progetto, che mira a raccogliere 100 milioni di dollari per fornire conoscenze, strumenti, capacità e finanze per aiutare i Paesi più bisognosi in questa lotta. Le malattie non trasmissibili come il diabete e l'ipertensione uccidono ogni anno 15 milioni di persone e di questi decessi più di quattro su cinque sono in paesi a basso e medio reddito, dove l'accesso ai farmaci essenziali è inadeguato. Attraverso quattro piani di azione, la Partnership contribuirà a migliorare la capacità di ciascuna nazione nel gestire il peso di queste malattie, a potenziare i servizi sanitari locali, a incrementare la disponibilità di farmaci essenziali a prezzi accessibili e a garantire il finanziamento per ottenere una copertura sanitaria universale per le malattie non trasmissibili.

Con questo finanziamento, Novo Nordisk si propone di migliorare l'accesso alle cure per il diabete nei paesi a basso reddito. In questi Paesi, infatti, i costi dei farmaci per le NCD possono essere molto elevati a causa di approvvigionamenti inefficaci e filiere farmaceutiche inadeguate. Per questo, nel sostenere la Defeat-NCD Partnership, Novo Nordisk continuerà a ottimizzare le procedure della catena di fornitura e a condividere le sue conoscenze sulla gestione e distribuzione dei prodotti della catena del freddo. "In base alla nostra esperienza, sappiamo che in molti paesi a basso reddito l'inefficiente approvvigionamento e le filiere farmaceutiche sono barriere critiche che si frappongono tra i medicinali salvavita e le persone che ne hanno più bisogno.

Ci auguriamo che questa partnership possa semplificare i processi delle gare d'appalto e garantire una fornitura efficiente di insulina umana a basso costo", ha affermato Lars Fruergaard Jørgensen, CEO di Novo Nordisk. Dal canto suo, il Governo danese vuole dimostrare il suo impegno a sviluppare e rafforzare le partnership come parte essenziale del raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile entro il 2030 stabiliti dall'ONU. "Riteniamo che questa Partnership possa essere uno strumento importante per affrontare in modo innovativo il crescente onere connesso al diabete e all'ipertensione nei paesi a basso reddito.

Se vogliamo rispettare le promesse degli obiettivi di sviluppo sostenibile dobbiamo impegnarci con nuovi partner e uscire dalla zona di comfort dei soliti impegni di sviluppo", ha detto Ulla Tørnæs, Ministro per la cooperazione allo sviluppo della Danimarca. Il prossimo passo dell’iniziativa consiste nell’espandere il numero di partner per accelerare i progressi dei quattro piani di azione a livello nazionale nei paesi a basso reddito.