Salute

Chirurgia della cataratta: soluzione innovativa nel postoperatorio

Presentata dall'azienda farmaceutica italia NTC al congresso ESCRS

L'azienda farmaceutica italiana NTC ha presentato al Congresso ESCRS - European Society of Cataract and Refractive Surgeons- di Vienna il protocollo Leader7, uno dei più grandi studi clinici a livello europeo in oftalmologia dell'ultimo decennio.

“Negli ultimi decenni, si è sviluppata una forte resistenza agli antibiotici di vecchia generazione usati in oftalmologia, mettendo in pericolo la loro efficacia nel corretto trattamento dei pazienti. L'oftalmologia deve investire in nuove evidenze cliniche per sviluppare trattamenti e profilassi antibiotiche efficaci nel postoperatorio della chirurgia della cataratta, offrendo allo stesso tempo il suo contributo nella lotta globale all’antibiotico-resistenza", dichiara Francesco Bandello, Professore Ordinario di Oftalmologia dell'Università Vita-Salute, Ospedale San Raffaele di Milano e coordinatore dello studio Leader7. Leader7 è uno studio clinico internazionale, multicentrico, randomizzato, in cieco, a gruppi paralleli che prevede l’arruolamento di 800 pazienti in quasi 80 centri di 4 paesi europei (Germania, Italia, Russia, Spagna).

Lo studio mette a confronto un collirio in soluzione e a combinazione fissa di levofloxacina 0,5% e desametasone 0,1%, somministrato per 7 giorni e seguito dalla somministrazione di desametasone 0,1% da solo per ulteriori 7 giorni, con un collirio in sospensione e a soluzione fissa di tobramicina e desametasone, somministrato per 14 giorni, per il trattamento dell'infiammazione e la prevenzione dell'infezione associata alla chirurgia della cataratta negli adulti. “La combinazione fissa di levofloxacina e desametasone nei colliri mira a rappresentare una soluzione terapeutica innovativa da utilizzare nel postoperatorio della chirurgia della cataratta" afferma Federico Bertocchi, Chief Scientific Officer di NTC - "Grazie al suo disegno sperimentale, lo studio Leader7 è stato progettato per la prima volta per dimostrare che una profilassi antibiotica di una settimana equivale a una di due settimane.

È il primo prodotto che combina in un collirio un antibiotico chinolonico con un antinfiammatorio steroideo in Europa". L'uso di una combinazione fissa in oftalmologia si sta sempre più affermando come standard terapeutico, con l'obiettivo di offrire il migliore controllo dell’infiammazione e del dolore, associato a un'adeguata e potente protezione antibiotica. "Seguendo l’esempio dei progetti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità mirati a combattere l’antibiotico-resistenza, NTC è impegnata in una varietà di programmi clinici finalizzati a razionalizzare l'uso della terapia antibiotica in oftalmologia", afferma Riccardo Carbucicchio, CEO di NTC "Siamo fortemente impegnati a ridurre lo sviluppo dell’antibiotico-resistenza, offrendo nuove evidenze cliniche in oftalmologia. Questa è la lotta che tutte le case farmaceutiche dovrebbero fare oggigiorno ".