Unicef Ragusa

Nuova sede a Scicli: si comincia con Progetto Scuola Amica

E con la Festa dei Nonni e dei Bambini

Inaugurata a Scicli la nuova sede del comitato provinciale Unicef guidato dalla neo presidente Elisa Mandarà. L’ente di volontariato sarà ospitato presso un proprio spazio all’interno del barocco Palazzo Spadaro, a due passi dal Comune di Scicli, come fortemente voluto dal sindaco Enzo Giannone e dall’assessore alla cultura e vicensindaco Caterina Riccotti.

Presente naturalmente la pastpresident dell’Unicef Ragusa Ida Del Vecchio, in carica dal lontano 1986, mentre sono intervenuti il presidente regionale Unicef, Vincenzo Lorefice e la storica segretaria del comitato provinciale Teresa Bonomo. All’inaugurazione sono stati anche invitati i presidi, i dirigenti scolastici e tutti gli operatori del settore del volontariato della provincia iblea. Si è trattato di un appuntamento nato per presentare la nuova sede ma soprattutto per mostrare ai numerosi presenti i prossimi progetti dell’Unicef rivolti come sempre ai più piccoli.

Si tratta di progetti che coinvolgono bambini e adolescenti e che sostengono iniziative umanitarie che contrastano la mortalità infantile in aree geografiche di estrema povertà. In primo piano il “Progetto Scuola Amica” e l'imminente "Festa dei Nonni e dei Bambini". Il primo cerca di combattere attraverso l’equità e l’assenza di discriminazione i temi delicati del bullismo e del cyberbullismo all’interno delle scuole che aderiranno. La Festa dei Nonni invece porterà all’interno degli istituti scolastici, giorno 2 ottobre, il valore culturale delle differenti generazioni a confronto, ma sarà preceduta, il 29 e il 30 settembre, dagli appuntamenti nelle piazze dei Comuni aderenti.

Nel corso delle due giornate in piazza saranno presentati ai più giovani i giochi di un tempo e con una piccola offerta sarà possibile ricevere alcuni dei giochi di una volta, come la trottola, yo-yo o il domino che una volta riempivano i pomeriggi di bambini e ragazzi e che adesso sono stati sostituiti da strumenti ad alta tecnologia. Da parte sua la neo presidente Elisa Mandarà ha voluto spiegare i motivi per i quali ha accettato questo prestigioso incarico: “Ho toccato con mano ciò che fa l’Unicef e la specificità con cui tratta le problematiche legate all’infanzia, tutto ciò mi ha spinto ad accettare questa nomina, pronta ad impegnarmi al massimo anche grazie al coinvolgimento di più persone”, mentre il sindaco di Scicli, Enzo Giannone, ha ringraziato la Mandarà per aver portato la sede provinciale di Ragusa proprio a Scicli ed ha tenuto a precisare come “Scicli da sempre è una città aperta socialmente a tutti i più bisognosi e non vediamo l’ora di iniziare un lavoro in sinergia con tutte le associazioni di volontariato della città”.

La vicesindaco Caterina Riccotti ha voluto aggiungere “l’idea di Elisa Mandarà di portare il comitato provinciale a Scicli ci ha reso lieti e ci siamo subito messi a lavoro per trovare una sede degna per l’Unicef. Siamo felici perché grazie all’Unicef si aggiunge alla rete del volontariato sciclitano un importante attore”. Infine il presidente regionale dell’Unicef ed ex docente Vincenzo Lorefice ha posto l’attenzione sulla storia gloriosa dell’Unicef ed ha voluto sottolineare come anche in Sicilia, soprattutto in passato, l’aiuto del fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia sia stato importantissimo soprattutto nel dopo guerra.

Momenti di commozione hanno invece accompagnato le parole della pastpresident provinciale Ida Del Vecchio che attraverso emozionanti ricordi legati alla sua esperienza ha voluto rendere omaggio e far sentire tutto il suo appoggio, dando un forte in bocca al lupo alla neo presidente Elisa Mandarà. (da.di.)