La prima personale del fotografo Giuseppe Pitino

Cuba sospesa a Modica

Dal 21 al 30 settembre

La Fondazione Grimaldi di Modica ospiterà dal 21 al 30 settembre la prima personale dell’artista fotografico siciliano Giuseppe Pitino intitolata “Cuba sospesa”, un viaggio nel cuore dell’isola e delle persone che la vivono.

Personaggio di spicco nel panorama della fotografia siciliana, Giuseppe Pitino è salito alla ribalta per le sue fotografie di strada e per il suo approccio mai banale con i protagonisti delle sue opere e le loro vicissitudini umane. La mostra “Cuba sospesa” è composta da una trentina di opere che documentano attraverso l’arte della fotografia, la realtà cubana e la realtà che vivono i cubani soprattutto in questo particolare momento storico segnato dall’instabile fine del socialismo castrista. Un viaggio di una trentina di scatti, realizzati dall’artista alla fine del 2017, per immergersi ed immedesimarsi nella realtà quotidiana dei protagonisti ritratti dal fotografo siciliano.

Attraverso un raffinato gioco di luci e ombre l’artista prende per mano l’osservatore, accompagnandolo tra i vicoli, i bar e le piazze più intatte di Cuba, dove scorgere con delicatezza ed immedesimazione la vita dei cubani. Nelle splendide sale di palazzo Grimaldi, ubicato nel centralissimo corso Umberto I di Modica, non sarà difficile immaginarsi a Cuba ritrovando attraverso i gesti, gli abiti e i luoghi raffigurati nelle opere lo stesso spirito che ogni giorno si vive in questa “nuova” Cuba. Un lavoro artistico che si adatta benissimo con la storia e la quotidianità di Cuba.

La Fondazione Grimaldi di Modica, organizzatrice dell’evento, invita a visitare la mostra fino al 30 settembre il cui vernissage è in programma la sera di venerdì 21 settembre a partire dalle 18:30.