Sagra dell'Uva

Roccazzo, 800 litri di mosto per i cuddureddi

Si comincia oggi alle 18

Sono 800 i litri di mosto messi a bollire. Da ieri sera, a Roccazzo, l’intera frazione è in fibrillazione. Per fare in modo che tutto riesca alla perfezione. Dal montaggio degli stand, che come sempre saranno installati all’interno del mercato ortofrutticolo, alla degustazione vera e propria che coinvolgerà i visitatori.

Si comincia oggi a partire dalle 18. E’ il leitmotiv della trentaduesima edizione della Sagra dell’uva che sta per entrare nel vivo. Su tutti, a regnare, la spontaneità e la generosità dei componenti dell’Associazione giovanile Roccazzo che, anche quest’anno, si sono voluti scommettere per celebrare nella maniera migliore un momento importante. Ed ecco che, ieri sera, la macchina organizzativa è entrata nel vivo e a ciascun rappresentante del gruppo è stato assegnato un compito ben preciso. Il tutto per garantire la migliore accoglienza alle migliaia di persone che in questi due giorni, oggi e domani, si riverseranno su Roccazzo per animare un appuntamento entrato, di diritto, a far parte della tradizione e che mette in risalto i prodotti tipici della montagna.

Sulla base di ricette tramandate da una generazione all’altra, ci sarà l’opportunità di degustare la mostata e le classiche “cuddureddi” ma anche un buon panino con salsiccia oltre alle immancabili patatine fritte. La kermesse, portata avanti con il sostegno della Regione, della Camera di Commercio del Sud Est, del Libero consorzio di Ragusa e dell’Amministrazione comunale chiaramontana, oltre che con il supporto di numerosi altri sponsor, chiude la rassegna delle iniziative estive che hanno caratterizzato quest’area della provincia di Ragusa.

Nella frazione di Chiaramonte Gulfi, la vendemmia contrassegna una fase ben precisa di questo momento d’inizio autunno. Ci sarà, quindi, l’opportunità di acquistare l’uva nelle diverse varietà a cominciare dalla regina della manifestazione, l’uva Italia, ma anche la Vittoria, entrambe specialità della bianca; inoltre, l’uva nera con la black rosè e la nuova varietà denominata “Numero nove”. Stasera alle 21 ci sarà l’esibizione del gruppo “Good Time”, che proporrà il meglio degli anni Settanta, Ottanta e Novanta, a cui farà seguito uno spettacolo di grande illusione e magia con Emanuele D’Angeli.

Domani sera, poi, sarà la volta del concerto di Nick Luciani, artista che non ha bisogno di presentazioni, ex solista dei Cugini di campagna, special guest di questa 32esima edizione della Sagra dell’uva.