Politiche

Commissione trasparenza Ragusa, Tringali contesta nomina D'Asta

"Disatteso il regolamento"

Il consigliere 5 stelle al Comune di Ragusa, Antonio Tringali, già presidente del consiglio comunale e candidato sindaco al ballottaggio con Peppe Cassì, contesta l’elezione del dem Mario D’Asta alla presidenza della commissione Trasparenza che il regolamento comunale affida ad un esponente delle minoranza.

Secondo Tringali, che ha inviato una lettera per avere chiarimenti al segretario generale del Comune, il presidente del consiglio comunale Fabrizio Ilardo avrebbe infatti totalmente disatteso le norme regolamentari. Queste prevedono che il presidente del consesso convochi i capigruppo delle forze di minoranza per avere da loro un nome condivisoe ad esso affidi la presidenza. In caso i capigruppo di opposizione non adempiano a tale compito, lo stesso presidente del consiglio, trascorsi 10 giorni dalla nomina dei componenti della commissione, indicherà egli stesso il presidente, scelto naturalmente sempre tra i gruppi di opposizione.

Ed invece la scelta di Ilardo è stata quella di chiamare l’intera commissione ad una non contemplata votazione, nel corso della quale Mario D’Asta del Pd ha ottenuto 7 voti (di cui sicuramente 5 della lista maggioritaria) a fronte dei 2 di Alessandro Antoci del gruppo 5 stelle. Insomma un bel pasticcio sul quale ora si attende il pronunciamento del segretario generale del Comune. (da.di.)