Politica

Polemiche su tassa soggiorno a Ragusa: manca Montalbano?

La denuncia dell'opposizione

Potrebbe fruttare qualcosa in meno rispetto allo scorso anno la tassa di soggiorno che il Comune di Ragusa incasserà nel 2018 e che, tenendo conto dei parametri del 2017 è stata valutata intorno ad 1 milione e 100 mila euro.

I flussi turistici registrati a Ragusa nel mese di agosto infatti fanno registrare un leggero calo di presenze rispetto al 2017 e solo a metà gennaio sarà possibile conoscere l’esatto ammontare degli introiti. La delibera di giunta che ha approvato il piano di utilizzo delle risorse ipotizzate, però fa già discutere. La ripartizione proposta che dovrà passare sotto la lente d’ingrandimento del consiglio comunale è articolata in 8 voci di finanziamento: tra le più consistenti 573mila euro per spese in campo turistico destinate alla promozione del territorio, personale impiegato nei punti informazione e accoglienza turistica e quella di 265 mila euro per contributi a sostegno delle strutture ricettive e di 143 mila per l’organizzazione di eventi e attività di promozione turistica.

L’opposizione ha subito denunciato la mancanza del contributo alla Palomar e al Commissario Montalbano, ma i funzionari del settore turistico spiegano che in realtà i fondi non sono spariti ma, dopo un confronto con la ragioneria che potrà servire a rendere più snello il lavoro degli uffici comunali, sono stati inseriti in voci diverse che rispetto al passato risultano accorpate. Dunque esiste un contributo per le attività cinematografiche che però non comporta un vincolo esclusivo con la Palomar.