Benessere

Dieta dissociata per dimagrire: lo schema dietetico

Di una settimana

La dieta dissociata e’ famosa per essere tra le diete piu’ seguita dai personaggi famosi televisivi. Si basa sul consumo di carboidrati fino all’ora di pranzo e delle proteine a cena.

Inoltre ogni pasto deve comprendere un nutriente, tra carboidrati o proteine, e deve sempre essere accompagnato dalla verdura di contorno. Tra le regole c’e’ quella di consumare la frutta lontano dai pasti principali ed evitare tutti i dolci e le bevande alcoliche e gasate. Ma vediamo cosa prevede lo schema tipo di una settimana. Lunedì: colazione con latte scremato con fiocchi di cereali, oppure frutta fresca, yogurt e caffè o tè. Spuntino: frutta. Pranzo: pasta integrale al pomodoro. Merenda: frutta. Cena: pesce lesso o al forno e verdure cotte. Martedì: colazione con uno yogurt magro, caffè d’orzo, frutta. Spuntino: una spremuta. Pranzo: pesce lesso o al cartoccio, insalata verde. Merenda: frutta. Cena: minestrone di verdure e legumi ed insalata verde mista.

Mercoledì: colazione con latte scremato con cereali. Spuntino: frutta. Pranzo: riso con verdure o patate al cartoccio con melanzane alla griglia. Merenda: frutta. Cena: 50 g di prosciutto, insalata di pomodori e carote. Giovedi’: colazione con latte scremato e cereali. Spuntino: frutta. Pranzo: petto di pollo ai ferri, insalata di pomodori, oppure riso integrale e verdure. Merenda: frutta. Cena: purea di carciofi e patate, insalata mista; oppure uova e verdure. Venerdi’: colazione con uno yogurt. Spuntino: frutta. Pranzo: pasta integrale con pomodoro, verdure crude.

Merenda: frutta. Cena: pesce e insalata verde. Sabato: colazione con latte con cereali. Spuntino: frutta. Pranzo: petto di pollo alla griglia. Merenda: frutta. Cena: pesce al forno e insalata verde. Come facciamo sempre in tutte le diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di consultare il proprio medico di famiglia o uno specialista prima di cominciare questa o qualsiasi altra dieta. Questo tipo di alimentazione non e’ adatto a chi soffre di diabete, altre patologie e alle donne in gravidanza.