Festivita' religiose

Maria Addolorata a Ragusa Ibla

Le celebrazioni da domani matiina

Prenderà il via domani, domenica 9 settembre, la festa di Maria Santissima Addolorata che si tiene nella chiesa di Santa Maria dell’Itria a Ibla. Un evento come sempre suggestivo che non manca mai di attirare l’attenzione di fedeli e devoti oltre che quella di turisti e visitatori attratti dal fascino che questi riti riescono a trasmettere.

“La festa della Vergine Addolorata – dice l’amministratore parrocchiale della chiesa Anime sante del Purgatorio, don Pietro Floridia, che si occupa di organizzare la semplice ma significativa celebrazione - ci chiama a rivivere il momento decisivo della storia della salvezza e a venerare la Madre associata alla Passione del Figlio e vicina a Lui innalzato sulla croce. La sua maternità assume sul calvario dimensioni universali. E’ la festa dell’Addolorata ma la si potrebbe considerare come la festa di “Maria madre della Chiesa” perché Gesù, prima di spirare assiso sul trono glorioso della Croce, come ultima volontà e testamento, l’ha resa tale in Giovanni l’evangelista: “Donna, ecco tuo figlio”.

Nel momento storico che viviamo pieno di incognite, paura e trepidazione per le sorti della Chiesa e dell’umanità, uniamoci con Maria alla passione del Cristo, che continua nelle sue membra, per essere partecipi della gloria della risurrezione”. Ogni giorno, da domani e sino al 16, quando si terrà la processione per le vie del quartiere barocco, è in programma la recita comunitaria del Rosario, la Settina cantata e la celebrazione eucaristica della santa messa presieduta dal sacerdote Giovanni Pluchino. I riti prenderanno il via alle 17,15.

Gli appuntamenti settimanali richiamano fedeli e devoti non solo di Ibla ma anche di tutti gli altri quartieri della città di Ragusa.