Carabinieri

Stalking a Ragusa: divieto di avvicinamento per rivale in amore

Per un 31enne ragusano

Non c’è peggior rifiuto per un innamorato di vedere infrante le proprie speranze di essere ricambiato quando incontra la propria amata in compagnia di un altro uomo. È quanto accaduto ad un 31enne Ragusa che, dopo essersi invaghito di una ragazza ed aver iniziato a corteggiarla con lettere d’amore e fiori, ha scoperto che la stessa era fidanzata.

Non è bastata tale informazione ed il rifiuto della donna a far demordere l’uomo innamorato che, al contrario ha cercato in tutti i modi di superare l’ostacolo eliminandolo. Ed è così che le sue attenzioni, anzichè sulla ragazza si sono rivolte al fidanzato della stessa che negli ultimi due mesi è stato vittima di pedinamenti fin sotto casa, minacce e atti di forza. La pressione dell’uomo sul malcapitato è stata così forte da costringere il fidanzato a cambiate le proprie abitudini di vita ed a temere per la sua incolumità al punto da denunciare tutta la serie di episodi presso la Stazione di Ragusa.

Il povero innamorato, a questo punto, non solo non ha ottenuto l’obiettivo sperato, ma è stato indagato dalla Procura di Ragusa per atti persecutori, reato noto ai media come “stalking”. Il GIP ha quindi emesso a suo carico un’ordinanza per il divieto di avvicinamento alla persona offesa che ieri gli è stata notificata dalla Stazione di Ragusa P.le. Tale provvedimento servirà a tenere l’innamorato lontano dal rivale in amore a pena di un eventuale arresto in flagranza o di una misura cautelare personale più grave.