Carabinieri

Ispica, calci e pugni per rubare il cellulare: due arresti

Due rumeni di 22 e 23 anni

Due rumeni di 22 e 23 anni entrambi residenti ad Ispica sono stati fermati dai Carabinieri di Ispica per rapina aggravata, lesioni personali e danneggiamento.

L’attività dei militari dell’Arma è iniziata a seguito della denuncia di un uomo ispicese presentatosi in caserma visibilmente agitato e con diverse lesioni sul corpo, per denunciare di aver subito la rapina del cellulare, un costoso smartphone, da due stranieri ai quali aveva dato un passaggio in auto. L’uomo, dopo aver incontrato i due giovani stranieri nella piazza della cittadina iblea, aveva accettato di dare loro un passaggio per riaccompagnarli con la sua auto presso le loro abitazioni. In un momento di distrazione l’uomo è stato aggredito con calci e pugni, la sua auto è stata danneggiata con calci e pugni e gli è stato sottratto il cellulare.

L’uomo ancora in preda al panico si è recato alla Stazione dei Carabinieri per denunciare quanto accaduto. I militari lo hanno accompagnato presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Maggiore di Modica dove è stato medicato e giudicato guaribile in oltre 20 giorni. A seguito di un accurato riconoscimento fotografico, i militari sono riusciti a risalire ai responsabili dell’aggressione ed hanno trovato il cellulare della vittima a casa di uno degli autori. A questo punto i due soggetti sono stati associati alla Casa Circondariale di Ragusa e posti a disposizione del P.M.

Ieri pomeriggio il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato il fermo, ed ha applicato l’obbligo di dimora ai due giovani nonché il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa.