Salute

Arriva il primo occhio bionico in 3D

Lo studio pubblicato su Advanced Materials

E’ stato realizzato il primo prototipo di un occhio bionico stampato in 3D. Si tratta di un insieme di recettori luminosi disposti su una semisfera, ed è il primo passo per avvicinare alla realtà una tecnologia che ancora sembra da fantascienza.

Il risultato, descritto sulla rivista Advanced Materials, si deve al gruppo dell'università del Minnesota, guidato da Michael McAlpine. I ricercatori hanno cominciato a lavorare su una cupola semisferica di vetro, per capire come superare la difficoltà di stampare componenti elettroniche su una superficie curva. Hanno così iniziato con un inchiostro di particelle d'argento, lasciato a seccare in modo uniforme invece di farlo colare sulla superficie curva. Dopo di che hanno usato dei materiali a base di polimeri semiconduttori per stampare i fotodiodi, cioè i recettori che convertono la luce in elettricità.

Tutto il processo è durato circa un'ora. La cosa più sorprendente, per McAlpine, è stata ottenere il 25% di efficienza, trasformando la luce in elettricità con semiconduttori interamente stampati in 3D. Il prossimo passo ora sarà creare un prototipo con più recettori luminosi più efficienti, nonché trovare un modo per stampare su un materiale morbido semisferico, che può essere impiantato in un occhio vero. (fonte e foto: Università del Minnesota, McAlpine Group)