Vino

Vini di Sicilia: tradizione e modernita' apprezzata in tutto il mondo

Tutti i vini

Apprezzati in tutto il mondo fin dai tempi dei Romani, i vini di Sicilia sono tra gli “ambasciatori” del patrimonio enogastronomico del Made in Italy. La Trinacria è un territorio ricco di storia, arte e cultura, ma anche una regione con una profonda ed importante tradizione vitivinicola: i suoi profumi, la bellezza paesaggistica, i reperti archeologici, la tradizione ed il buon vino sono tra gli elementi più apprezzati dai turisti che ogni anno prendono d’assalto l’isola. Grazie alla sua cultura culinaria variegata ed apprezzata in tutto il mondo, in Sicilia sono prodotti vini dalla lunga storia come: il Marsala, prodotto di “punta” delle Cantine Florio, la Malvasia delle Lipari, il Passito di Pantelleria, il Moscato di Noto e di Siracusa. Una tradizione vitivinicola siciliana di lunga data che ha reso noti e protagonisti indiscutibili sulla scena mondiale i suoi robusti vini rossi, i bianchi e i neri. Tra i principali prodotti non possiamo dimenticare: il Grillo, lo Zibibbo,il Catarratto, l’Inzolia, ed il Nero d’Avola.

Vini di Sicilia: un mixage di tradizione e di modernità
Ambasciatori della lunga tradizione vitivinicola nostrana, i vini di Sicilia rappresentano il patrimonio ampelografico di questa favolosa terra dagli antichi sapori e profumi. La viticoltura in Sicilia vanta una lunghissima storia: già prima della conquista dei Greci, molte varietà di vite, che ancora oggi sono considerate autoctone, sono state introdotte dai Fenici. Con queste squisite uve locali la produzione vinicola siciliana èfinalizzata all’ottenimento di vini da taglio: grossi quantitativi per soddisfare una domanda sempre più crescente ed esigente e alta gradazione. Nonostante la materia prima abbia conservato nel tempo le sue qualità e caratteristiche organolettiche, squisitamente autoctone,la produzione enologica siciliana ha saputo andare a passo con i tempi e progredire, raggiungendo ragguardevoli risultati. Non a caso molti vini di Sicilia per le proprie caratteristiche, per la storia, la zona di produzione e per il tipo di vitigni, hanno saputo ritagliarsi una “nicchia” sui principali mercati nazionali ed internazionali.

Vini di Sicilia: le varietà e il patrimonio ampelografico
Gli innumerevoli vitigni che costellano il territorio insulare della Sicilia hanno consentito agli studiosi ed esperti di vini di pervenire alla seguente cartina e mappa della produzione vitivinicolasiciliana.
Vini bianchi
Fra le uve a bacca bianca il vino più noto è lo Zibibbo (Moscato d’Alessandria)con cui si producono i vini dolci di Pantelleria. Fra le uve autoctone a bacca bianca abbiamo: il Catarratto, il Carricante Grecanico, l’Inzolia (nota anche con i nomi di Insolia), il Grillo, la Malvasia di Lipari e il Moscato Bianco. Lo Chardonnay è un vitigno di origine francese a bacca bianca, coltivato estesamente anche in Sicilia, dal quale si ottengono pregiatissimi vini bianchi.

Vini neri
Fra le uve autoctone a bacca nera il più famoso e rinomato è il Nero d’Avola che si distingue per i suoi intensi aromi, ma anche: il Nerello Cappuccio e Mascalese, il Frappato,il Perricone o Pignatello.
Vini rossi
Tra i rossi non possiamo non citare il Cabernet Sauvignon, prodotto a Sambuca di Sicilia, i cui vitigni prediligono terreni lievemente argillosi e soleggiati. Il Cabernet Sauvignon è di color rosso porpora intenso e dal suo profumo emergono note di ribes nero e di ciliegia matura.