Rifiuti

Raccolta differenziata a Modica: lamentele e citta' sporca

La nota dei consiglieri comunali del Pd

“Mentre la differenziata in città stenta a decollare e il mese di agosto, soprattutto nelle contrade rurali e a Marina, non ha contribuito a rendere migliore una situazione già di per sé complessa, invitiamo i cittadini a partecipare alla seduta ordinaria del Consiglio comunale in programma per giovedì 23 agosto nel corso della quale, all’ordine del giorno, è stato inserito e sarà esaminato il punto riguardante la gestione del servizio”.

L’appello arriva dai consiglieri comunali del Pd Ivana Castello e Giovanni Spadaro i quali, dopo avere rilanciato nei giorni scorsi la delicata questione, sostengono che la stessa, adesso, meriti la dovuta attenzione istituzionale. “Non si può più fare finta che tutto vada per il verso giusto – affermano i due rappresentanti dem – perché non è affatto così. La gestione del servizio, ma questo lo abbiamo asserito sin dal primo momento, è complessa. A fronte di ciò, però, non abbiamo avuto modo di percepire un’amministrazione attenta alle continue lamentele che arrivano dal centro storico così come dalle periferie. Modica non aveva bisogno di piombare in questa baraonda del pattume.

Piuttosto, era necessario compiere i passi dovuti. Circostanza che, purtroppo, sembra non essersi verificata nella maniera più adeguata. E tutto ciò ha contribuito a creare delle anomalie di cui l’intera città sta piangendo le conseguenze. Una città sostanzialmente più sporca perché, evidentemente, alcuni cittadini, mentre la buona parte dei modicani sta eseguendo la raccolta nella maniera migliore, non sono stati sensibilizzati così come sarebbe stato necessario. Speriamo che il Consiglio comunale di giovedì serva a focalizzare tutto ciò che non va e ci aiuti a trovare le risposte necessarie per venire incontro alle esigenze di chi comprende che il passo da effettuare non è semplice ma allo stesso tempo non si può lasciare che tutto corra senza il dovuto monitoraggio”.