Mare

Firmato a Palermo il contratto di Costa: contro erosione fascia costiera

12 Comuni coinvolti

I 12 comuni della fascia costiera del Sud-est (da Siracusa a Vittoria) hanno firmato un accordo con la presidenza della Regione per la gestione dei fenomeni erosivi delle nostre coste, il cosiddetto “Contratto di Costa”.

I comuni coinvolti sono Siracusa, Avola, Noto, Pachino, Porto Palo di Capo Passero, Ispica, Pozzallo, Modica, Scicli, Ragusa, San Croce Camerina e Vittoria, per uno sviluppo di circa centocinquanta chilometri. Dopo il successo registrato per la stipula del primo ''Contratto di costa'' - che ha coinvolto quattordici Centri costieri della zona tirrenica Messinese, da Tusa a Brolo - è toccato adesso al litorale meridionale del Sud-Est siciliano, a cavallo delle Province di Siracusa e Ragusa, essere oggetto di un''attività di concertazione per la pianificazione e l''attuazione degli interventi.

Per Modica ha partecipato il Sindaco, Ignazio Abbate: “Negli anni si sono presi singoli provvedimenti che hanno risolto l’emergenza ma non il problema. Adesso è necessario avere una visione globale di questo fenomeno erosivo. Grazie a questo accordo subentrerà adesso una visione strategica con la Regione come ente sovra comunale che farà sintesi dei vari progetti di ripascimento che sono stati presentati negli anni”. La dotazione finanziaria è di 48,5 milioni di euro ed è garantita dalle risorse del Fondo di sviluppo e coesione, già assegnate ad alcuni Comuni, dal ''Patto per la Sicilia'', e dai fondi già destinati agli Enti locali sottoscrittori del Contratto, per il contrasto all''erosione costiera da parte del ministero dell''Ambiente.

Il progetto generale sarà predisposto entro quattro mesi e verrà coordinato dagli uffici del Commissario coordinati dal soggetto attuatore Maurizio Croce.