Polizia di Stato

Ragusa, trovati gioielli e smartphone rubati: fermati 3 rumeni

Recuperata ingente refurtiva

Continuano i servizi di prevenzione disposti dal Questore di Ragusa in occasione del periodo estivo. L’obiettivo prioritario è il contrasto dei reati con particolare attenzione a quelli di tipo predatorio tra cui i furti in abitazione.

Gli uomini dell’Ufficio Volanti durante un servizio specifico, orientato soprattutto nelle zone residenziali del capoluogo, hanno individuato un furgone sospetto che si aggirava nei pressi di private abitazioni. Gli agenti pertanto hanno immediatamente intimato l’alt e sottoposto a controllo il mezzo. A bordo tre uomini, tutti di nazionalità rumena, risultati essere già colpiti da numerosi precedenti di polizia per furti in abitazione ed altri reati contro il patrimonio. I tre sono stati sottoposti ad immediata perquisizione personale allargata al mezzo, che ha permesso di rinvenire una borsa in pelle stracolma di monili di vario genere, orologi da polso, spille, monete antiche, collane di perle, svariati oggetti in argento. Interrogati sul possesso dei preziosi i fermati non hanno addotto giustificazioni plausibili.

Pertanto, sottoposti alle procedure di foto segnalamento i tre, di 44, 31 e 27 anni sono stati deferiti all’autorità giudiziaria con l’accusa di ricettazione in concorso. Tra loro anche due fratelli. Tutta la refurtiva è stata sottoposta a sequestro in attesa di individuare i legittimi proprietari per la riconsegna. Le attività di prevenzione hanno inoltre riguardato anche le zone rurali del capoluogo attraverso numerosi posti di controllo durante i quali sono state controllate 382 persone e 180 autovetture. L’occhio elettronico del sistema Mercurio ha sottoposto a verifica quasi 2000 targhe.