Comune

Vittoria, i numeri dei debiti ereditati dalla vecchia Amministrazione

In conferenza stampa

“Non sono stati due anni facili” ha esordito così il sindaco di Vittoria Giovanni Moscato ieri in conferenza stampa per raccontare i suoi due anni di amministrazione.

Il primo cittadino è partito dall’inizio snocciolando alcuni numeri relativi alla situazione debitoria ereditata dalla precedente amministrazione, circa 60 milioni di euro e poi ha spiegato come nonostante questo l’azione di governo sia sempre stata propositiva. Il sistema basato sull’utilizzo delle somme d’urgenza per i lavori destinati alle manutenzioni, alla programmazione e pianificazione. A Palazzo Iacono si è passati all’affidamento dei lavori attraverso una procedura legale e trasparente. E’ stato poi adottato il bilancio partecipativo grazie al quale è stato deciso di ricostruire il basolato del SS. Crocifisso, riqualificare la piazzetta di Baia Dorica, far ripartire Ninfa Kamarina, mentre alla ripavimentazione delle strade cittadine è stato destinato un milione di euro.

Moscato ha parlato delle azioni destinate al mercato di Fanello e della realizzazione della nuova mercuriale e di Osserva Mercati e per finire ha evidenziato il grande lavoro effettuato per reperire finanziamenti. E Forza Italia interviene oggi per ribadire il convinto appoggio alla Giunta municipale condividendone gli obiettivi e i programmi. “Naturalmente non potevamo fare miracoli ma l’impegno, quello sì, lo abbiamo profuso per soddisfare le esigenze della collettività vittoriese” dichiarano i consiglieri comunali di Forza Italia che evidenziano la consegna alla città un dignitoso ufficio tributi, l’incentivazione per le piccole e medie imprese del settore commerciale nelle zone prevalentemente turistiche.