Incontro a Roma per i tribunali soppressi: presente anche Modica

Prossimo incontro il 20 luglio

Si è tenuta a Roma, presso la sede del Consiglio Nazionale Forense, l’assemblea di tutte le delegazioni dei comitati costituiti in tutto il paese a difesa dei Tribunali soppressi in applicazione della legge di riforma della geografia giudiziaria italiana.

Presenti i Sindaci, o loro delegati, dei comuni ove insistono i Tribunali soppressi e molti rappresentanti istituzionali delle Regioni e delle Province Regionali ove la riforma del sistema giudiziario ha prodotto conseguenze negative a danno dei territori interessati. Dopo un ampio, articolato ed approfondito dibattito è stata approvata, con voto unanime, la Mozione presentata dall’avv. Enzo Galazzo e si è proceduto alla costituzione del coordinamento nazionale di tutti i comitati, che tornerà a riunirsi il prossimo 20 luglio per la elezione di un presidente-coordinatore e di un direttivo oltre che per la definizioni delle iniziative che dovranno portare all’incontro col Ministro Bonafede e al confronto col Governo e delle rappresentanze parlamentari per seguire e sostenere l’attuazione del punto del contratto-programma del governo Conte, riguardante la riapertura dei tribunali soppressi.

Per il Comitato ProTribunale di Modica oltre al portavoce Enzo Galazzo hanno partecipato Enzo Cavallo (anche nella sua qualità di presidente dell’associazione Confronto) e Salvatore Rando (anche nelle veste di delegato del Sindaco Ignazio Abbate) i quali a conclusione, della riunione hanno dichiarato: “Anche se si tratta solo di un primo passo, comunque molto importante e significativo, non possiamo che essere soddisfatti perché finalmente viene messa in evidenza, una riforma che ha prodotto solo disservizi e altissimi costi e ritardi inaccettabili sui tempi delle risposte di cui i cittadini hanno diritto".