Diocesi

Oggi nel vivo a Comiso la festa di San Biagio

Colpi di cannone per annunciare la festa

Entra oggi, sabato 7 luglio, nel vivo a Comiso la festa del Patrono San Biagio. Alle 8,30, alle 12 e alle 17 è in programma lo sparo di cannone a salve unito al festoso scampanio. La celebrazione eucaristica della mattina è fissata per le 9 mentre nel pomeriggio, alle 17, ci sarà il giro del corpo bandistico per le vie della città.

E’ prevista la tradizionale raccolta del frumento e del pane con i carretti siciliani. Alle 18,30 la recita del Rosario e la coroncina di San Biagio. Alle 19 la svelata del simulacro del patrono e la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vicario foraneo, sacerdote Salvatore Bertino. Alle 20 la vendita all’asta del pane e dell’uva, benedetti durante la celebrazione. Alle 21 ci sarà la serata di musica, canto e poesia presso la scalinata di San Biagio, in collaborazione con l’associazione Ippos. Presentano Giovanni Picarella e Paolo Sallemi. Ospite della serata sarà Maurizio Indelicato, recita Biagio Barone. Domenica 8 luglio è la giornata della festa. Alle 7 la celebrazione eucaristica sarà presieduta dal sacerdote Angelo Strada, alle 8 dal rettore della chiesa di San Biagio, il sacerdote Innocenzo Mascali, alle 9 dal sacerdote Ettore Todaro, alle 10 dal sacerdote Biagio Aprile.

Alle 11 la celebrazione eucaristica sarà presieduta dal vescovo della diocesi di Ragusa, mons. Carmelo Cuttitta. A mezzogiorno, poi, la celebrazione eucaristica presieduta dal sacerdote Antonino Puglisi. Lo sparo di salve a cannone e il festoso scampanio sono in programma alle 8,30, alle 12 e alle 17. Alle 9 e alle 17,30 la banda musicale percorrerà le principali vie cittadine. Alle 9 ci sarà la sfilata di carretti siciliani a partire da piazza San Biagio e sempre alle 9 è previsto il raduno delle 500 e delle Vespa in viale della Resistenza e in via San Biagio.

Alle 11 marce sinfoniche in piazza Fonte Diana. Alle 13, poi, ci sarà la discesa del simulacro di San Biagio, alle 18 il raduno dei pellegrini in chiesa e l’uscita del simulacro del patrono. Nella scalinata della chiesa di San Biagio, il coro cittadino eseguirà un inno a San Biagio, composto dal maestro Salvatore Schembari e diretto dalla maestra Maria Lucia Faro. Subito dopo avrà inizio la processione.