Comune

Ragusa, il sindaco Cassì attribuisce incarichi dirigenziali

Per organizzare la macchina organizzativa

Primi atti amministrativi del sindaco Cassì per regolarizzare la macchina organizzativa del Comune. Il primo cittadino ha infatti confermato il dott. Vito Scalogna come segretario generale e rinnovato l’incarico di vice segretario generale al dott. Francesco Lumiera, ed ha proceduto all’assegnazione degli incarichi dirigenziali.

Al dott. Francesco Lumiera, dirigente a tempo indeterminato, sono stati assegnati il settore Assistenza agli organi istituzionali e Affari generali e ad interim il settore Servizi finanziari e contabili. All’ing. Michele Scarpulla, dirigente a tempo indeterminato, il settore Programmazione opere pubbliche, decoro urbano, manutenzione e gestione infrastrutture e ad interim il settore Edilizia Privata e Produttiva ed il settore Pianificazione urbanistica e centri storici. Al dott. Santi Di Stefano, dirigente a tempo indeterminato, il settore Sviluppo economico, industria, commercio e artigianato, cultura, sport e turismo e ad interim il settore Appalti, contratti, patrimonio.

Al dott. Giuseppe Puglisi, dirigente a tempo indeterminato, il settore Polizia Municipale. Al dott. Francesco Scrofani, dirigente a tempo determinato (fino al 31 ottobre 2018), il settore Tributi, contenzioso tributario, servizio IUC, servizio idrico e ad interim il settore Servizi sociali, politiche per la famiglia, pubblica istruzione, politiche educative ed asili nido. All’ing. Giuseppe Giuliano, dirigente a tempo determinato (fino al 15 settembre 2018), il settore Ambiente, energia e verde pubblico. Con due determine tra le primissime adottate dal sindaco Cassì, entrambi i due dirigenti a tempo determinato si erano visti mantenere nelle loro funzioni nel rispetto del termine di scadenza degli incarichi dirigenziali loro conferiti dal precedente sindaco Federico Piccitto, con quella che, in linguaggio giuridico-amministrativo, si definisce sostituzione ope legis del termine di scadenza dell’incarico.

Nel far ciò Cassì ha tenuto conto dell'orientamento della Corte di Cassazione di rispettare la scadenza della durata minima del contratto fissata in tre anni superando in tal modo l'art.110 del D.Lgs 267/2000 che lega la scadenza dell'incarico dirigenziale a quella del mandato del sindaco. Tornando alla distribuzione degli incarichi dirigenziali, infine, al segretario generale, dott. Vito Scalogna, è affidato ad interim il settore Organizzazione e gestione risorse umane, sistemi informativi ed e-democracy, attualmente sprovvisto di figura dirigenziale, nelle more della definizione di un nuovo assetto delle competenze. (da.di.)