Ospedale

Modica, gesto d'amore: donati gli organi di un 57enne ispicese

Prelievo multiorgano

Ancora un gesto d’amore all’ospedale Maggiore di Modica. Oggi sono stati donati gli organi di un ispicese di 57 anni, deceduto dopo un lungo ricovero per un problema cerebrovascolare.

Gli organi sono stati prelevati nel corso di un lunghissimo intervento, cominciato la scorsa notte e concluso attorno alle 10 di oggi, sabato, nel blocco operatorio dell’ospedale modicano. Ad eseguire il delicato intervento chirurgico di prelievo d’organi è stata l’equipe specializzata proveniente dall’Ismett di Palermo coadiuvata dall’equipe di Anestesia e Rianimazione del Maggiore diretta dal dottore Rosario Trombadore e dal referente ospedaliero del cordinamento trapianti, dottor Guglielmo Scimonello. Gli organi prelevati sono stati il fegato, i reni e le cornee. Il prelievo delle cornee è stato affidato al primario del reparto di Oculistica di Modica, Antonino Bongiorno.

Il gesto d’amore compiuto dal 57enne ispicese e dai suoi familiari ora darà la possibilità di vivere più a lungo ad altre persone in attesa di trapianto.