Integrazione

Ragusa, percorso di volontariato per giovani migranti

Grazie ad protocollo d'intesa di ex Provincia e circoli Legambiente

Avviato un percorso di volontariato con 22 giovani migranti per lavori di pubblica utilità nelle aree attrezzate di proprietà del Libero Consorzio Comunale di Ragusa.

Il percorso è stato avviato a seguito del protocollo d’intesa sottoscritto dall’ex Provincia, e in particolare col settore ‘Lavori Pubblici’, e i quattro circoli di Legambiente della provincia di Ragusa che a loro volta avevano firmato una convenzione con la cooperativa Filotea di Ragusa che ha il compito di coordinare l’attività e promuovere sempre più il valore del volontariato come momento di cittadinanza attiva. I migranti sono ospiti in tre strutture gestite dalla cooperativa Filotea in tre Centri di Accoglienza Straordinari: “Ebano” di Ragusa Ibla, un altro a Marina di Ragusa “Casa del Fanciullo” e un altro Ragusa: ‘Kairo’.

Dopo una fase di formazione di base fatta da operai e funzionari del Libero Consorzio Comunale di Ragusa finalizzata all’acquisizione di competenze tecniche di base nell’uso di utensileria specifica per il giardinaggio e la cura del verde pubblico nonché di verificare l’attitudine dei giovani migranti all’attività proposta è stato avviato il percorso che ha visto i volontari impegnati nella scerbatura degli spazi aperti degli istituti provinciali, degli edifici di proprietà dell’ex Provincia ed ora anche delle rotatorie adibite a verde pubblico nelle principali intersezioni di strade provinciali.