Attualità

Sbarco migranti: sindaco di Pozzallo chiede dialogo tra istituzioni

Il Comune e il sindaco sono stati informati solo poche ore prima

Il Comune di Pozzallo ha appreso soltanto poche ore prima dalla stampa che in serata sarebbe arrivata al porto la nave della guardia costiera “Diciotti”, con a bordo 519 migranti, finendo la sua lunga peregrinazione e per certi versi strana, si parla del trasponder spento che ne impedirebbe l’individuazione.

Sembra, inoltre, che anche qualche impresa privata locale sia stata preventivamente informata per fornire i suoi servizi. Tutti, insomma, sono stati avvertiti per tempo tranne il Comune di Pozzallo. “Ritengo – afferma il Sindaco di Pozzallo - che questa omissione non rispetti il principio di corretta collaborazione fra le istituzioni”. “E’ innegabile – continua Ammatuna - che ricevere un avviso per tempo consente di avviare al meglio la macchina dell’accoglienza”. “Certo, la preparazione e l’abnegazione degli operatori – prosegue il primo cittadino di Pozzallo – permette di affrontare in ogni caso la situazione, in una città che ha dato sempre e continuerà a farlo il suo apporto, senza mai tirarsi indietro”.

“L’accoglienza nella legalità – conclude Ammatuna – è il filo conduttore che ispira questa città, sempre sensibile ai doveri dell’ospitalità e che non ha mai avuto timore di confrontarsi con persone di lingua, razza o religioni diverse, composta da uomini e donne pronti a spendersi per accogliere chi soffre”