Economia

Expo della Contea: bilancio positivo

Obiettivo raggiunto

Il territorio ha risposto bene all'invito a riflettere e a soffermarsi sulla necessità di cambiamento che ci impone l'ambiente in cui viviamo. La prima edizione di EXPO della CONTEA ha raggiunto il suo obiettivo: presentare tutte le opportunità di crescita che una città può offrire sviluppandosi in maniera economicamente ed ecologicamente sostenibile.

Ci hanno creduto coloro che vi hanno partecipato: privati, imprenditori, enti, consorzi, aziende, associazioni che in questa tre giorni hanno spiegato perché hanno incentrato il proprio core business sul risparmio energetico, sul riciclo, sulla mobilità sostenibile, sul consumo responsabile e ci hanno creduto quanti anche solo per qualche minuto si sono soffermati ad ascoltare le ragioni e le opportunità di certe scelte. Il piazzale del Centro Commerciale La Fortezza di Modica, che ha ospitato l'evento, si è trasformato in una grande piazza di confronto e di condivisione dei valori della sostenibilità in tutte le sue sfaccettature.

In tre serate, dodici workshop e circa 15 ore di talk, durante le quali si sono alternati e confrontati con il pubblico i protagonisti della "missione green". Un punto di contatto pratico tra gli attori del sostenibile e le famiglie iblee. Un’occasione per spiegare le buone pratiche e le buone abitudini che potranno e dovranno entrare a far parte della vita quotidiana dei cittadini, con l'obiettivo di avviare un percorso virtuoso e rispettoso dell'ambiente, delle risorse e del nostro benessere. Nell’area di EXPO dedicata a workshop e talk, si è parlato di raccolta differenziata dei rifiuti a cura dell'Ufficio ecologia di Modica con focus sul riciclo della plastica, della carta e del cartone, del compostaggio domestico e di comunità; ci si è confrontati con i rappresentanti della condotta di Slow Food di Ragusa, soffermandosi sulla sostenibilità delle diete e degli stili di vita, sulla dieta mediterranea e sui suoi benefici per la salute e per l'ambiente ma anche sulle tradizioni e sulle memorie legate al cibo che amanti della cultura hanno voluto mettere a disposizione della collettività.

E sono stati ospiti anche i professionisti dell'associazione PRODigitale, che hanno parlato di fatturazione elettronica come risparmio di tempo e di carta, e quelli dell'Unione Giovani Commercialisti della Provincia di Ragusa che hanno spiegato gli Ecobonus come opportunità per aziende e famiglie, mentre Secur Impianti ha spiegato le opportunità del conto termico. Mentre Mediterrae ha spiegato ai presenti come leggere le etichette dei formaggi ed ha illustrato i tesori caseari degli Iblei. Insomma sono partiti tantissimi messaggi in grado di innescare dei percorsi virtuosi verso un nuovo modello di sviluppo. «Siamo davvero felici che la prima edizione di Expo della Contea abbia riscosso un così grande interesse da parte del pubblico sui temi della sostenibilità ambientale ed economica, con una partecipazione attenta e di spessore», dichiara Giuseppe Garaffo, cofounder di Zero.

«La nostra splendida Modica è diventata ormai una città moderna, con grandi valori, capo fila di un territorio che possiede un tessuto economico e culturale di grande rilievo. In questi tre giorni intensi, numerosissimi giovani si sono avvicinati realmente ad un approccio green, e questo rappresenta per noi la soddisfazione più grande. Da domani torniamo al lavoro per rendere l’Expo green un appuntamento di rilievo anche nazionale". Sono stati 80 gli spazi espositivi e 60 le aziende partecipanti, 12 gli spazi dedicati alla promozione e alla valorizzazione dell'enogastronomia territoriale, con il meglio dei prodotti locali e siciliani. Tra le eccellenze modicane del beverage, da segnalare la partecipazione di Acqua Santa Maria e Bibite Polara.

Un percorso che Zero, agenzia impegnata nella comunicazione per le aziende del territorio siciliano, ha voluto intraprendere affiancandosi a Creo Service e che intende continuare e rilanciare. Il viaggio verso un futuro più green è iniziato, sta a noi adesso arrivare alla meta.